Nuoto, Europei Londra 2016: Italia squalificata nella 4×100 mista maschile. Ma era quarta

Luca-Dotto-nuoto-foto-gian-mattia-dalberto-lapresse-arena.jpg

Gli Europei di nuoto dell’Italia terminano con la squalifica della 4×100 mista maschile, attesa per il podio ma solo quarta prima di conoscere il triste verdetto causa cambio anticipato tra Piero Codia e Luca Dotto. “Ho cercato di lanciare bene la staffetta per recuperare, ma sono partito troppo presto per qualche centesimo – il mea culpa del campione della gara regina a RaiSport -. Ho fatto un errore e la squadra ne ha pagato, mi spiace molto. Non dovevo concedermi questo errore al termine di un Europeo così“.

Mai davvero in lotta per la medaglia, l’ultimo quartetto di una spedizione comunque più che soddisfacente per i colori azzurri è aperto da Simone Sabbioni in 54”33 (stanchissimo il romagnolo, stamattina sotto i 54” in batteria) e continuata da un Andrea Toniato da 1’00”60 lanciato a rana. Poco più in là, però, c’è un impressionante Adam Peaty da 58”08. Piero Codia fa 52”17, ma il veneto si muove in anticipo. L’Italia è quarta ma poco dopo esce dalla classifica.

Dietro alla Gran Bretagna (3’32”15), argento Francia (3’33”89) e bronzo Ungheria (3’34”12). “A me dal quarto posto in giù fino alla squalifica cambia poco, anzi Luca ha provato di tutto per riportarci su. Non gli faccio una colpa. Questi Europei mi sono serviti molto: ho vinto una medaglia ma non ho fatto benissimo“, il commento onesto di Sabbioni. “Non una frazione entusiasmante, per me un Europeo in chiaroscuro con due quarti posti individuali ma con una medaglia nella mista mista“, continua Codia. “Mi spiace perché non riesco mai a salire sul podio internazionale“, chiude Toniato. E si chiude anche l’Aquatics Center: niente trionfo nel medagliere per l’Italia.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: LaPresse/Gian Mattia D’Alberto/ufficio stampa Arena Italia

Lascia un commento

Top