Nuoto, Europei Londra 2016: il sogno del primo sigillo europeo per Luca Dotto

Luca+Dotto+Swimming+Day+Fifteen+14th+FINA+TmGeIjmnAPux.jpg

48″36 e miglior tempo di ingresso nella finale di domani dei 100 stile libero. E’ questo il risultato di Luca Dotto nelle semifinali dei 100 stile libero maschili degli Europei di nuoto di Londra 2016.  L’Aquatics Centre e la piscina che fu olimpica 4 anni fa ha confermato e messo in luce le qualità natatorie del 26enne allenato da Claudio Rossetto che in questo 2016 ha ritrovato le motivazioni giuste che lo portarono nel 2011 a raggiungere un insperato argento mondiale sui 50 stile libero.

Ora, Luca è il chiaro riferimento della velocità italiana, colui che può aspirare a traguardi inesplorati ed in cui la fragilità mentale degli anni trascorsi, deve lasciare il passo alla fervida convinzione di poter ottenere un risultato pieno nella vasca londinese. Gli avversari sono i soliti: francesi e russi, pronti a frapporsi ai sogni di gloria di Dotto, affamati come sempre di successi e pronti a cogliere l’esitazione dell’altro.

Questi sono i sentimenti della gara regina: ambizione, velocità e determinazione. Una combinazione di elementi che ha un solo colore, quello dell’oro che in Italia manca da quattro anni quando proprio nell’edizione dell’anno olimpico fu Filippo Magnini a trionfare, l’ultima delle vittorie del campione di Pesaro.

Che vi possa essere un passaggio di consegne a distanza di un quadriennio? Noi tutti ce lo auguriamo, sperando poi che il riverberarsi delle prestazioni da Debrecen a Londra, non sia il medesimo dalla capitale britannica a Rio De Janeiro.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: fonte FINA

Lascia un commento

Top