Nuoto, Europei Londra 2016 – Cesare Butini: “Tante note liete, cureremo la 4×200 sl donne. Pirozzi, esternazioni fuori luogo”

Italia.nuoto_.dopo_.Europei.netanya..nuoto_..foto_.fin_.jpg

Come consuetudine, nell’ultima giornata di una competizione internazionale, il ct della Nazionale Cesare Butini non si è sottratto ai microfoni della Rai per tracciare un bilancio della spedizione italiana agli Europei di Londra 2016: Sicuramente un’Italia bella che ha costituito un trend di continuità che ci vede protagonisti in Europa. Squadra che ha ottenuto risultati con le prestazioni di tutti gli atleti, come Luca Dotto, la riconferma di Federica Pellegrini. Debbo dire che tutti sono stati eccezionali, al di là di Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri che sono ormai una certezza. I giovani sono entrati da protagonisti in questa nazionale ed è la conferma che il lavoro di rigenerazione procede bene. Ci sono anche delle cose che non sono andate per il verso giusto. In particolare la situazione della 4×200 stile libero donne va indirizzata in vista delle prossime 10 settimane. Se penso a quanto avvenuto 1 anno fa tra le due staffette maschili e femminili,  sorrido perché si è letteralmente ribaltata la situazione. Purtroppo c’erano state delle avvisaglie già agli Assoluti. Ci stimola perché dobbiamo lavorare e le ragazze partiranno sabato prossimo per un collegiale in altura. Motiveremo per l’appuntamento olimpico. Nel nuoto non si può mai pensare di dare tutto per scontato anche perché gli altri non stanno a guardare”. Alla domanda su un maggior numero di pass olimpici Butini ammette: Non pensavo che a livello individuale ci sarebbero state altre qualificazioni individuali, ma più per le staffette, come per Andrea Mitchell D’Arrigo, Andrea Toniato, Erika Ferraioli  e Silvia Di Pietro. La prestazione di Alessia Polieri è stata eccezionale. Qualcosa ci si poteva aspettare di più ma essendo arrivati lunghi dopo gli Assoluti non sono sorpreso da certi riscontri”. Sulla spinosa questione di Stefania Pirozzi che ha espresso forti perplessità circa il lavoro e l’allenamento che sta portando avanti con Stefano Morini, Butini ha precisato: “Allora debbo dire che non ho ascoltato le dichiarazioni della Pirozzi. Mi dispiace e comprendo la delusione.. E’ nel suo diritto ma è doveroso farla in altra sede perché vanno risolte in altri ambiti. Io faccio questo come massimo rimprovero a Stefania. Massima comprensione, lavora sodo e ha il diritto di essere assistita in modo migliore. Se non è possibile presso i centri federali, vedremo cosa farà in altro ambito e valutarlo senza problemi”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: fonte Fin

Lascia un commento

Top