Nuoto, Europei Londra 2016: 4×100 mista donne d’argento, Turrini di bronzo

Federico-Turrini-nuoto-foto-da-fin-dpm.jpg

Ultima giornata di finali, nella vasca dell’Aquatics Centre di Londra che fu olimpica nel 2012, attesa per i colori azzurri in diverse gare.

Col miglior tempo delle semifinali Alessia Polieri non è riuscita a replicare lo stesso crono del turno precedente, concludendo la sua prova in quinta piazza (2’08″34) e peggiorando di 1″ rispetto ai ieri. La vittoria è andata alla tedesca Franziska Hentke (2’07″23) autrice di un’ultima vasca paurosa (32″63) battendo di un solo centesimo l’ungherese Liliana Szilagyi (2’07″24) e la spagnola Judit Ignacio Sorribes (2’07″52). Stefania Pirozzi, invece, pur migliorandosi rispetto a 24 ore fa non va oltre la settima posizione in 2’09″92 anche se va apprezzata lo spirito diverso con cui ha gareggiato.

Nella finale dei 400 misti, Federico Turrini in 4’14″74, grazie ad un’ottima chiusura a stile libero, ottien un bronzo continentale, che dà ulteriori convinzioni all’azzurro di ben figurare nei prossimi appuntamenti internazionali, vale a dire le Olimpiadi di Rio 2016. La vittoria è andata al magiaro David Verraszto in 4’13″15 davanti allo slovacco Richard Nagy (4’14″16).

Arriva un bell’argento per la 4×100 mista donne con il quartetto costituito da Carlotta Zofkova (1’01″07), Martina Carraro (1’07″18), Ilaria Bianchi (58″36) e Erika Ferraioli (54″12) in 4’00″73. Il successo è andato alla squadra britannica in 3’58″57 mentre sul gradino più basso del podio troviamo la Finlandia in 4’01″49.

ALTRE FINALI – Nei 50 stile libero donne vittoria della favorita olandese Ranomi Kromowijojo in 24″07, record dei campionati e miglior prestazione in Europa dell’anno, che conferma le grande qualità della Kromowijojo, precedendo la britannica Francesca Hansall (24″44) e la danese Jeanette Ottesen in 24″61, in una gara orfana di Sarah Sjoestroem. Sesto posto per Silvia Di Pietro (25″08) che non soddisfa le mire dell’azzurra, desiderosa di scendere al di sotto dei 25″. Nell’altra esibizione dell’unica vasca dello stile libero, sul versante maschile, pronostici rispettati con Florent Manaudou, campione olimpico in carica nonché primatista del ranking 2016 in questa specialità, vittorioso in 21″73 che, pur non riuscendo a fare la solita differenza col tuffo, ha avuto la meglio su Andriy Govorov (21″79) ed il padrone di casa Benjamin Proud (21″85). Luca Dotto, ha conquistato la sesta posizione ex-aequo con Krisztian Takacs in 22″07 confermando ormai le proprie attitudini di velocista resistente piuttosto che potente. Podio tutto nordico nella finale dei 50 rana donne, dove è stata la svedese Jennie Johansson in 30″81 ad imporsi davanti l’islandese Hrafnhildu Luthersdottir (30″91) ed alla finlandese Jenna Laukkanen (30″95). Altro successo ungherese in vasca che porta la firma di Boglarka Kapas che fa tris nello stille libero (400-800-1500 stile libero). Le otto vasche che incoronano la Kapas in 4’03″47 (secondo tempo dell’anno su questa distanza). Sul podio anche Jazmin Carlin (4’04″85) e Mareia Belmonte Garcia (4’06″89). Buon quarto posto per Martina De Memme in 4’08″19 che torna prestazioni di buon livello mentre deludente la prova di Diletta Carli in 4’09″51 rimanendo molto distante dai suoi migliori riscontri. Nell’ultima gara dell’Europeo, la 4×100 mista uomini non porta i frutti sperati all’Italia che viene squalificata per cambio irregolare tra Piero Codia e Luca Dotto quando comunque i primi 3 posti erano già stati occupati da altri. Vittoria made in U.K. che vale il primo posto per il Paese ospitante, nel medagliere, grazie ad un Adam Peaty incredibile in 58″08, a rana, chiudendo in 3’32″15 davanti la Francia in 3’33″85 (frazione a stile libero di Florent Manaudou in 47″55) e l’Ungheria trascinata da un grande Laszlo Cseh in 3’34″12.

 

 

 

RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: Deepbluemedia

Lascia un commento

Top