Nuoto: doppio 1’54” per Katie Ledecky, Lilly King rivelazione a rana

Katie-ledecky-nuoto-foto-facebook-fina-deepbluemedia.jpg

Si inizia a far sul serio anche negli Stati Uniti, verso i Trials ma soprattutto verso Rio. A dir la verità, Katie Ledecky non ha mai smesso di volare (fece 1’54”43 nei 200 sl a gennaio) e difatti, impegnata ieri notte all’Atlanta Classic, si è esibita in un doppio sub 1’55” (1’54”85 in batteria, tre centesimi in meno in finale) per confermarsi sempre di più potenziale regina della gara olimpica di Federica Pellegrini. Ma i conti si faranno ad agosto.

Per altri risultati di rilievo ci si deve spostare a Charlotte, nelle Arena Pro Swim Series questa volta orfane di Michael Phelps da una settimana padre, in cui la 19enne Lilly King si è consacrata nei 100 rana con il personale di 1’05”73 che è il secondo tempo stagionale al mondo per tre centesimi dietro alla discussa russa Yulia Efimova. L’olimpionica lituana Ruta Meilutyte, da lunedì impegnata agli Europei di Londra, non è finora andata meglio di 1’05”82. La King si era rivelata al pubblico statunitense già l’anno scorso con un argento alle Universiadi e, soprattutto, con il titolo NCAA per la sua università, quella di Indiana.

Notevole infine anche il 57”23 di mamma Dana Vollmer nei 100 farfalla, che a 28 anni torna a sentire profumo di Olimpiade con l’oro di Londra 2012 da difendere (ma sarà difficile, vista la concorrenza della svedese Sarah Sjoestroem). Battuta la 15enne canadese Penny Oleksiak (58”25), che ai Trials casalinghi stupi in 56”99.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top