Motomondiale 2016: Binder già in fuga in Moto3. Serve continuità alla pattuglia italiana

BinderTWITTERREDBULLKTMAJO.jpg

4 gare iridate e 4 podi con vittoria nell’ultimo appuntamento di Jerez De La Frontera. Sono queste le statistiche dell’inizio stagionale di Brad Binder, pilota KTM del Team Red Bull Ajo, nel Mondiale 2016 di Moto 3. Una costanza di rendimento che, allo stato attuale, è stata la carta vincente del centauro sudafricano, protagonista soprattutto in Spagna di una corsa incredibile: dall’ultima fila (35esimo posto) il buon Brad si è esibito in una rimonta senza eguali, superando avversari su avversari e giungendo ai piani alti della classifica in un baleno. La vittoria con distacco su Nicolò Bulega e Francesco Bagnaia la dice lunga sulla prestazione del rider. Una dimostrazione di forza e una lezione, soprattutto per la pattuglia italiana che, nell’annata, punta con uno dei suoi esponenti al titolo mondiale. Al momento ciò che ha favorito Binder nel suo darsi in pista, vale a dire la costanza, ha difettato decisamente in casa Italia. In particolare, i più esperti Romano Fenati e Niccolò Antonelli, vittoriosi rispettivamente ad Austin e Losail, non sono riusciti a mantenere uno standard prestativo di alto livello e se si vuole raggiungere il traguardo mondiale serve un netto cambio di passo. La classifica parla chiaro:

TOP 10 MONDIALE 2016 MOTO 3

Pos. Rider Bike Nation Points
1 Brad BINDER KTM RSA 77
2 Jorge NAVARRO Honda SPA 62
3 Romano FENATI KTM ITA 47
4 Nicolo BULEGA KTM ITA 36
5 Francesco BAGNAIA Mahindra ITA 34
6 Niccolò ANTONELLI Honda ITA 31
7 Enea BASTIANINI Honda ITA 29
8 Jakub KORNFEIL Honda CZE 29
9 Khairul Idham PAWI Honda MAL 27
10 Philipp OETTL KTM GER 27

Le Mans dovrà rappresentare il teatro della rivalsa per i nostri colori all’inseguimento della lepre sudafricana. Nel round transalpino Fenati vorrà replicare la vittoria del 2015 per approssimarsi alla vetta della graduatoria generale. Da considerare anche le prestazioni di Bulega, al primo podio nel Motomondiale, e pupillo di Valentino Rossi, tra i prospetti più interessanti del nostro movimento. Non sarà presente in Francia, quasi sicuramente, Enea Bastianini, infortunatosi in allenamento nel corso di questa settimana ed operato all’Ospedale di Rimini. E’ stato necessario l’inserimento di una placca stabilizzante la frattura al polso destro che costringerà il romagnolo “ai box” per qualche tempo.

13062413_1016926011720826_7470756646957117721_n

Non ci resta dunque che attendere il responso della pista, dando uno sguardo anche al meteo che magari, in condizioni di pioggia/umido potrebbe esaltare nuovamente il malese Khairul Idham Pawi, trionfatore in Argentina.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo twitter team Ajo

Lascia un commento

Top