Moto2, GP Francia 2016: vittoria e primato per Alex Rins. Corsi (2°) ci prova fino alla fine, 4° Morbidelli

Alex-Rins.jpg

Gran bella gara di Alex Rins a Le Mans; lo spagnolo conquista in un solo colpo GP e leadership iridata, anche grazie al weekend negativo di Sam Lowes e, soprattutto, del beniamino di casa e Campione del Mondo in carica, Johann Zarco, caduto rovinosamente. Eccellente performance del nostro Simone Corsi (2° al traguardo), che ha pregustato a lungo la vittoria; bene Franco Morbidelli, quarto, male Lorenzo Baldassarri, autoesclusosi dalla contesa quando occupava la quarta piazza.

Partenza a missile del poleman Lüthi, Morbidelli grande secondo (partiva sesto). Il tedesco Folger giù al primo giro, l’idolo di casa Zarco, per evitarlo, scivola nelle retrovie. Anche il leader del Mondiale, Lowes (decimo in qualifica), costretto alla rimonta.

Dopo tre giri con lo svizzero a fare da lepre, un gruppetto di cinque piloti viene ricompattato in testa, anche grazie all’involontario lavoro di Rins, il quale si mette a guidare le operazioni: presenti gli italiani Morbidelli, Corsi e Baldassarri.

A quindici tornate dal termine, il quintetto “capitanato” spagnolo al soldo di Sito Pons ha già fatto il vuoto sul resto della compagnia (Nakagami a parte, galleggiante tra questi e gli altri), dietro invece è grandissima bagarre per la conquista di punti preziosi in ottica iride: Lowes e Zarco scatenati. Il francese, in particolare, spinge così tanto al limite che finisce out a nove giri dalla bandiera a scacchi. Enorme delusione per il pubblico di casa…

Corsi e Baldassarri danzano sul podio virtuale della gara, pur non tentando mai l’attacco “frontale” al leader Rins, capace di mantenersi costantemente ad un secondo dall’immediato inseguitore di turno. Morbidelli, invece, s’affeziona alla quinta piazza che occuperà per gran parte della corsa. Baldassarri si tira fuori dalla contesa a cinque giri dalla conclusione del GP, cadendo mentre occupa la quarta posizione: Corsi, al contrario, non intende scollarsi da Rins, giungendogli anche a quattro decimi di distanza.

Ma la battuta di caccia dell’italiano non ha purtroppo gli effetti sperati, la “preda” Alex Rins scappa definitivamente al -3 dal traguardo e va a prendersi tappa e vetta del Mondiale. Secondo un ottimo Simone Corsi (ancora alla ricerca della sua prima vittoria nella classe di mezzo…), terzo Thomas Lüthi. Quarto un attento e costante Franco Morbidelli, quinto il giapponese Nakagami, sesto lo spodestato leader della Moto2 Sam Lowes.

L’ORDINE DI ARRIVO (TOP TEN)

1
40
A. RINS
42:27.312
2
24
S. CORSI
+1.802
3
12
T. LUTHI
+4.608
4
21
F. MORBIDELLI
+9.148
5
30
T. NAKAGAMI
+9.828
6
22
S. LOWES
+10.626
7
49
A. PONS
+25.477
8
55
H. SYAHRIN
+25.961
9
39
L. SALOM
+29.368
10
44
M. OLIVEIRA
+29.481

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top