Judo: Ilse Heylen, fine carriera senza Olimpiadi?

Judo-Ilse-Heylen.jpg

A trentanove anni, la belga Ilse Heylen sperava di poter partecipare ai suoi quarti Giochi Olimpici, ma il Grand Prix di Almaty potrebbe aver chiuso anticipatamente la carriera della veterana del judo internazionale. La vittoria della svizzera Evelyne Tschopp nel torneo delle 57 kg, infatti, esclude Heylen dalle qualificate virtuali e, salvo imprevedibili scenari in occasione del World Masters di Guadalajara, la belga non potrà andare a Rio de Janeiro. Bronzo ad Atene 2004, settima a Pechino 2008 e quinta  a Londra 2012, Heylen vanta anche sei medaglie europee, compreso il titolo del 2005. Vincendo l’African Open di Casablanca quest’anno, ha anche stabilito il nuovo record di longevità per una medagliata sul circuito internazionale.

Pochi mesi fa, tutto sembrava perfetto“, ha detto Heylen, come riportato dal sito Judoinside. “Le mie prestazioni erano buone e sentivo di essere quasi qualificata per i miei quarti Giochi Olimpici consecutivi, questa volta a Rio. Le ultime settimane sono state più difficili. Le mie avversarie dirette hanno ottenuto punti ed io sono stata sfortunata, meno prestante ed ho ricevuto dei sorteggi difficili. La scorsa settimana ho disputato un buon combattimento contro la numero tre del mondo, Erika Miranda. In questo ultimo torneo qualificativo per Rio ad Almaty c’erano due scenari che non sarebbero dovuti accadere. La finlandese Jaana Sundberg non doveva vincere, e la svizzera Eveyne Tschopp non doveva arrivare in finale. Prima del final block ho visto che la finlandese era nel match per il bronzo, quindi nessun problema, ma Tschopp era in finale. Ciò significa che, salvo miracoli, non ci saranno i quarti Giochi Olimpici per me. Il mio obiettivo era di chiudere la carriera a Rio, ma si chiude il 13 maggio“.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top