Judo, Grand Slam Baku 2016: Steenhuis ottiene un oro dal sapore olimpico

Judo-Marhinde-Verkerk-Guusje-Steenhuis.jpg

Si è concluso quest’oggi il Grand Slam di Baku, terzultimo appuntamento valido per le qualificazioni olimpiche ai Giochi di Rio 2016. Nella capitale dell’Azerbaijan erano in palio ben 500 punti per i medagliati d’oro di ciascuna categoria, con i secondi classificati che ne hanno ottenuti 300 ed i medagliati di bronzo che se ne ne sono visti attribuiti 200. Successivamente, saranno in programma solamente altri due tornei, Grand Prix Almaty , in Kazakistan, dal 13 al 15 maggio, ed il World Masters di Guadalajara, in Messico, riservato ai migliori sedici di ciascuna categoria (salvo defezioni).

90 KG UOMINI

Campione europeo nel 2010 e bronzo quest’anno a Kazan’, lo svedese Marcus Nyman ha conquistato il suo primo Grand Slam della carriera. Il venticinquenne scandinavo, numero tre del tabellone, si è imposto in finale con un ippon sul serbo Aleksandar Kukolj. Medaglia di bronzo per il favorito della vigilia, il russo Kirill Denisov, tornato alle gare dopo aver saltato gli Europei, che ha sconfitto per ippon lo svizzero Ciril Grossklaus. Sul podio anche il francese Axel Clerget, che ha messo a segno due yuko prima di chiudere per ippon il match con l’azero Mammadali Mehdiyev.

Walter Facente, di ritorno dall’infortunio, non è apparso ancora pronto ed ha subito decisamente il polacco Patryk Ciechomski nella seconda parte del match: dopo aver messo a segno uno yuko, infatti, il calabrese si è dovuto arrendere all’ippon dell’avversario.

-90 kg
1. NYMAN, Marcus (SWE)
2. KUKOLJ, Aleksandar (SRB)
3. CLERGET, Axel (FRA)
3. DENISOV, Kirill (RUS)
5. GROSSKLAUS, Ciril (SUI)
5. MEHDIYEV, Mammadali (AZE)
7. NISHIYAMA, Daiki (JPN)
7. ODENTHAL, Marc (GER)

100 KG UOMINI

Il ventenne georgiano Beka Gviniashvili si è imposto nel suo primo Grand Slam in carriera, ottenendo il secondo oro stagionale dopo la vittoria del Grand Prix di Samsun nel mese di aprile. In finale, il caucasico ha impiegato appena trentasei secondi per superare l’ungherese Miklós Cirjenics. Il magiaro aveva precedentemente battuto il numero uno del tabellone Karl-Richard Frey (ippon contro waza-ari), che avrebbe poi chiuso quinto, superato anche dal giapponese Aaron Wolf per ippon. L’altro teutonico Dimiri Peters ha invece conquistato il secondo bronzo con uno yuko sul russo Adlan Bisultanov.

Stessa sorte di Facente per Domenico Di Guida (100 kg), eliminato sin dal primo incontro disputato dall’ippon del russo Adlan Bisultanov, che come abbiamo anticipato avrebbe poi chiuso al quinto posto.

-100 kg
1. GVINIASHVILI, Beka (GEO)
2. CIRJENICS, Miklos (HUN)
3. PETERS, Dimitri (GER)
3. WOLF, Aaron (JPN)
5. BISULTANOV, Adlan (RUS)
5. FREY, Karl-Richard (GER)
7. BUZACARINI, Rafael (BRA)
7. FLETCHER, Benjamin (GBR)

+100 KG UOMINI

Il ventunenne ucraino Yakiv Khammo, medagliato di bronzo agli ultimi Mondiali, ha conquistato la sua vittoria più importante sul circuito mondiale battendo in finale l’olandese Roy Meyer, numero due del seeding, per waza-ari. Numero uno del seeding, l’ungherese Barna Bor ha chiuso in terza posizione grazie al forfait dell’uzbeko Abdullo Tangriev, mentre la seconda medaglia di bronzo è andata al collo del brasiliano David Moura, che con uno yuko ha piegato il mongolo Temuulen Battulga.

+100 kg
1. KHAMMO, Iakiv (UKR)
2. MEYER, Roy (NED)
3. BOR, Barna (HUN)
3. MOURA, David (BRA)
5. BATTULGA, Temuulen (MGL)
5. TANGRIEV, Abdullo (UZB)
7. SILVA, Rafael (BRA)
7. VOLKOV, Andrey (RUS)

78 KG DONNE

Nella finale tutta olandese, la ventitreenne Guusje Steenhuis si è imposta contro la più esperta connazionale Marhinde Verkerk. Un successo importante per la vicecampionessa europea, che marca punti importanti in vista delle convocazioni olimpiche, conquistando la sua terza medaglia d’oro in un Grand Slam, la seconda consecutiva a Baku. In terza posizione troviamo la campionessa mondiale Mami Umeki, vincitrice per ippon sulla britannica Gemma Gibbons, e la tedesca Luise Malzahn, che ha battuto con uno yuko l’ucraina Victoriia Turks.

-78 kg
1. STEENHUIS, Guusje (NED)
2. VERKERK, Marhinde (NED)
3. MALZAHN, Luise (GER)
3. UMEKI, Mami (JPN)
5. GIBBONS, Gemma (GBR)
5. TURKS, Victoriia (UKR)
7. POGORZELEC, Daria (POL)
7. POWELL, Natalie (GBR)

+78 KG DONNE

Dopo essersi imposta a Parigi e a Tjumen’ nel 2014, la giapponese Kanae Yamabe è tornata ad aggiudicarsi un torneo del Grand Slam. La venticinquenne, che sarà presente ai Giochi Olimpici grazie alle sue vittorie nelle rassegne nazionali nipponiche, ha approfittato del forfait della campionessa iridata in carica, la cinese Yu Song. Le medaglie di bronzo sono andate alla francese Émilie Andéol, che ha sconfitto per yuko la bielorussa Maryna Slutskaya, ed alla tunisina Nihel Cheikh Rouhou, che ha battuo per ippon la lituana Santa Pakenytė.

+78 kg
1. YAMABE, Kanae (JPN)
2. YU, Song (CHN)
3. ANDEOL, Emilie (FRA)
3. CHEIKH ROUHOU, Nihel (TUN)
5. PAKENYTE, Santa (LTU)
5. SLUTSKAYA, Maryna (BLR)
7. KAYA, Belkis Zehra (TUR)
7. ORTIZ, Idalys (CUB)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine:

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top