Hockey su ghiaccio, Mondiali Top Division 2016: la Svizzera senza Mark Streit punta ai quarti

Hockey-Canada-Svizzera-IIHF.jpg

Squadra da metà classifica per eccellenza, la Svizzera ha avuto il suo picco nel 2013, quando conquistò un insperato argento iridato. Tornati nelle posizioni consuete negli ultimi due mondiali con un decimo nel 2014 e un ottavo nel 2015, gli svizzeri proveranno a inserirsi nella lotta per i quarti di finale nel girone A di Russia, Svezia, Repubblica Ceca, Lettonia, Norvegia, Danimarca, e Kazakistan. Per la compagine guidata dal nuovo coach Patrick Fischer, saranno fondamentali sopratutto le sfide contro lettoni e cechi.

Punti di forza e debolezze Lino Martschini, Marc Wieser, Andres Ambühl, Gregory Hofmann sono i gioielli del reparto offensivo mentre in difesa si punta su Eric Blum e sui veterani NHL Yannick Weber e Raphael Diaz. A proposito di lega professionistica americana, mancano all’appello il capitano nazionale Mark Streit, infortunatosi in Stanley Cup, e Damien Brunner, pure lui out per una commozione cerebrale. Con i Nashville Predators ancora in gioco per la Stanley Cup, il team svizzero dovrà inoltre fare a meno del suo miglior difensore Roman Josi.

L’infortunio di Damien Brunner

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top