Hockey ghiaccio, Mondiali 2016: oggi le semifinali. Canada-Usa e Russia-Finlandia in programma

Hockey-ghiaccio-Canada-USA-IIHF.jpg

Siamo oramai giunti quasi all’epilogo dei Campionati Mondiali di hockey ghiaccio 2016: quest’oggi, infatti, si svolgeranno le due semifinali, in programma presso il VTB Ice Palace di Mosca.

Ad aprire le danze saranno i padroni di casa della Russia, che sfideranno la Finlandia in una semifinale tutta europea. I russi, supportati dal pubblico moscovita, hanno fino ad ora messo in evidenza grandi individualità, mentre i finlandesi restano, ad oggi, l’unica squadra imbattuta del torneo. I tifosi locali si aspettano molto da Vadim Shipachyov, miglior giocatore del torneo con sedici punti all’attivo (cinque goal ed undici assist) e dall’ala sinistra Artemi Panarin (cinque goal e sette assist), mentre i nordici si affidano soprattutto al giovane fenomeno Patrik Laine, diciottenne che ha già realizzato sette goal nella competizione. Tra i migliori portieri del torneo, il russo Sergei Bobrovsky vanta una percentuale di parate del 94.19%, nonostante abbia disputato oltre quattrocento minuti di gioco, mentre il finlandese Mikko Koskinen fa comunque parte della top 5 con i suoi 93.46 punti percentuali.

In serata, invece, sarà scritto un nuovo capitolo della storica rivalità tra Stati Uniti e Canada, con la nazionale della foglia d’acero, campione in carica della manifestazione, che partirà ancora favorita. Le statistiche, infatti, vedono i canadesi con numeri nettamente migliori rispetto agli statunitensi, con Derick Brassard e Mark Stone che hanno collezionato fino ad ora dieci punti a testa, anche se Taylor Hall è il miglior realizzatore con sei reti, mentre Auston Matthews è il migliore dei suoi con cinque goal e tre assist. Anche tra i portieri, Cam Talbot (94.07%) vanta cifre decisamente superiori nei confronti del collega Kaith Kinkaid (90.29%). La nazionale a stelle e strisce, però, ha già saputo ribaltare i pronostici nei quarti di finale, dove ha superato la Repubblica Ceca, e la grande motivazione che avranno gli statunitensi nel giocare contro i vicini di casa e grandi maestri canadesi potrebbe giocare un ruolo non trascurabile.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IIHF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top