Hockey ghiaccio, Mondiali 2016: Canada ancora sul tetto del mondo, Finlandia ko

Hockey-Canada-IIHF.jpg

L’ottantesima edizione dei Campionati Mondiali di hockey ghiaccio porta la firma di Connor McDavid. La rete nel primo drittel del classe 1997 che milita negli Edmonton Oilers permette al Canada di bissare il titolo iridato della passata stagione, replicando tra l’altro l’esito della finale dei Mondiali 2007 disputatisi sempre in Russia. Appena 16 i tiri verso la porta nordamericana della Finlandia, rimasta comunque in partita sino alla realizzazione a porta vuota di Matt Duchene allo scadere del terzo drittel.

Con questo successo sono due i giocatori a scrivere una pagina importante della storia dell’hockey: oltre al già citato McDavid, il più giovane a portarsi a casa l’oro U18, U20 e tra i senior, il capitano Corey Perry diventa il 27° giocatore capace di realizzare il Triple Gold Club (oro olimpico, mondiale e Stanley Cup).

Senza storia invece la finale per il bronzo. La Russia batte 7-2 uan compagine statunitense che aveva probabilmente dato tutto nell’avvincente semifinale di ieri contro il Canada. Per i russi si tratta del terzo podio consecutivo (argento nel 2015 e oro nel 2014) e dell’ottava medaglia nelle ultime dieci rassegne iridate. Si conferma anche la tradizione che vede l’Armata rossa sempre sul podio come paese ospitante; l’unica eccezione si verificò nel 2000 con un disastroso mondiale chiuso in 11^ piazza.

Canada-Finlandia 2-0

Russia-Stati Uniti 7-2

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top