Giro d’Italia 2016, Vincenzo Nibali: “La cronometro del Chianti mi favorisce. Landa è cresciuto molto”

Nibali-Rcs.jpg

Vincenzo Nibali si presenta al via del Giro d’Italia 2016 da grande favorito, ma anche con il dubbio di una condizione fisica non ottimale, come palesato tra Giro del Trentino e Liegi-Bastogne-Liegi.

Il 31enne siciliano, tuttavia, mostra tranquillità nella conferenza stampa svoltasi ad Apeldoorn (Olanda), dove si svolgerà la tappa inaugurale della corsa rosa: “Ho faticato un po’ al Giro del Trentino, però dopo la mia ultima corsa, la Liegi-Bastogne-Liegi, ho recuperato bene. Mi sono preparato al meglio possibile per questo Giro d’Italia“.

Lo Squalo si sofferma poi sui rivali più pericolosi per la classifica generale: “Guardando agli ultime due anni quando non c’ero, Mikel Landa è il giovane che è migliorato di più. Sarà uno dei principali rivali, comunque ci saranno delle sorprese, magari Tom Dumoulin ed Esteban Chaves. Comunque non correremo solo su Landa, ma anche su Valverde e Dumoulin“.

Il capitano dell’Astana è consapevole che il percorso può offrire ogni giorno spunti per attaccare e guadagnare terreno: “Ci saranno delle sorprese anche per quanto riguarda il percorso. Dovremo sempre fare attenzione. La crono del Chianti (clicca qui per prenderne visione) ha dei tratti veloci in discesa e ci saranno dei cambi di ritmo in salita. Mi potrebbe favorire. La crono, invece, è sempre stato il punto debole di Landa“.

La sensazione, dunque, è che il fuoriclasse italiano voglia costruire soprattutto nelle prove contro il tempo un vantaggio importante su Landa, da gestire poi sulle Alpi, dove lo spagnolo ha già dimostrato di possedere le doti per far male.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Comunica Stampa Rcs

Lascia un commento

Top