Giro d’Italia 2016, Trentin: “Una vittoria costruita con la squadra”; Brambilla: “Moser ha giocato ed ha perso”

trentin-fb.jpg

Entusiasta a dir poco Matteo Trentin dopo la vittoria della 18esima tappa del Giro d’Italia 2016, con arrivo a Pinerolo, al termine di un’azione nell’ultimo chilometro, in rimonta sul compagno di squadra Gianluca Brambilla e Moreno Moser, da urlo: “Una vittoria costruita con la squadra – ammette Trentin ai microfoni della Rai – “Sapevo che in cima a Pramartino avevo una quarantina di secondi e poi in discesa vedendo che recuperavamo me la sono giocata. Ho capito che potevo vincere ai 300 metri quando li ho saltati per anticipare Moser che è molto veloce allo sprint”.

Terzo al traguardo Brambilla rivela la tattica di squadra: “Mi ero accorto dell’arrivo di Trentin per cui non ho più tirato mettendomi alle spalle di Moser. Lui ha giocato un po’ troppo ed alla fine ha perso – la chiosa polemica del corridore veneto.

Assai amareggiato, il citato Moser che all’arrivo ha dichiarato: “Non mi aspettavo che fosse così vicino Trentin ed è una grande beffa. Avevo perso l’auricolare e se l’avessi avuta forse il Direttore Sportivo mi avrebbe avvisato“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Matteo Trentin

 

Lascia un commento

Top