Giro d’Italia 2016: le pagelle. Kruijswijk/Chaves coppia d’oro. Nibali male, Valverde a picco

31260315-31ef-47ce-89e3-1c65228692ca1.jpg

Arrivano le montagne e succede di tutto al Giro d’Italia. Esteban Chaves vince la quattordicesima tappa allo sprint su Steven Kruijswijk che si va a prendere una splendida Maglia Rosa. Staccato Vincenzo Nibali, lontanissimo Alejandro Valverde. Andiamo a rivivere la frazione con le pagelle dei protagonisti.

Esteban Chaves, voto 9: era già apparso in palla in queste prime due settimane di Giro. Sembrava attendere sempre il momento giusto per partire, oggi non ha perso l’occasione. Resta assieme a Kruijswijk e riesce ad aggiudicarsi in una volata lunghissima la tappa. In classifica è solo terzo, a causa di una cronometro tutt’altro che positiva (non è assolutamente la sua specialità), ma può iniziare la sua scalata sin da oggi. Sembra il più in forma quando la strada sale, anche se ha qualche punto debole.

Steven Kruijswijk, voto 9: aveva dato spettacolo nel Giro di Contador lo scorso anno, dove giunse settimo (ma con gran rimonta, visto che nella prima settimana era attardatissimo), è arrivata la conferma in questo 2016, dove si veste di rosa. Fino ad ora non si è mai fatto sorprendere e, a differenza di Chaves, è andato forte anche a cronometro. Nibali è ancora relativamente vicino, ma ad oggi può essere considerato lui il secondo favorito per il successo finale. Domani, se mantenesse questa forma, può puntare a mantenere la Rosa.

Darwin Atapuma, voto 8: sempre all’attacco in questo Giro. Oggi sembrava essere il giorno giusto: era riuscito a rimanere da solo, fino a 5 chilometri dall’arrivo, ma la rimonta impetuosa del connazionale Chaves e della nuova Maglia Rosa Kruijswijk hanno fatto rimandare la gioia delle braccia alzate sul traguardo. Comunque performance davvero eccellente.

Vincenzo Nibali, voto 5,5: si prende lui, assieme alla sua Astana, la responsabilità di dettare il ritmo già sul Giau. A Valparola poi arriva il tanto atteso attacco: fa male a Valverde e Amador, che perdono subito contatto, non a Chaves e Kruijswijk che addirittura rispondono con un altro scatto. Lo Squalo paga inizialmente, perdendo subito 15”, poi sale regolare e giunge all’arrivo comunque non lontanissimo. E’ secondo nella generale, ma la condizione odierna non è stata una delle migliori se punta alla vittoria. Domani bisognerà cambiare passo.

Alejandro Valverde, voto 4: è praticamente già fuori dalla lotta per la vittoria per il Giro d’Italia. Non c’erano stati segnali fino ad oggi, ma il primo vero giorno duro l’ha pagato a carissimo prezzo. Lo spagnolo non risponde all’attacco di Nibali, anzi, rimbalza molto indietro e perde addirittura 3′ dalla coppia al comando. Può ancora puntare al podio, ma sin dalla cronoscalata di domani servirà un cambio di rotta.

Rafal Majka, Rigoberto Uran, Ilnur Zakarin, voto 6: prestazione appena sufficiente. Si staccano da Nibali, Chaves e Kruijswijk, ma non pagano quanto Valverde. Il podio finale, grande obiettivo per tutti e tre, si allontana.

Andrey Amador, voto 5: com’era scontato che fosse, dopo una settimana a tutta, arriva il giorno no per il costaricano. Paga tantissima fatica fatta, a partire da ieri. Si stacca sul Giau, rientra con una discesa pazza, ma poi non ha la gamba per tenere il passo dei big.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Comunicato RCS

Lascia un commento

Top