Giro d’Italia 2016: la mina vagante Esteban Chaves

Esteban_Chaves_Vuelta_a_Espana_20151-e1463844370780.jpg

Meno due. La partenza del Giro d’Italia da Apeldoorn, in Olanda, è sempre più vicina. Continua il nostro percorso di avvicinamento alla Corsa Rosa, con la presentazione dei protagonisti della novantanovesima edizione del Giro. Questa volta parliamo di Esteban Chaves Rubio, colombiano della Orica GreenEDGE.

Secondo molti bookmakers Chaves è il quarto favorito, alle spalle del trio formato da Nibali, Landa e Valverde. La salita è il suo pane, e le montagne presenti nel Bel Paese sembrano essere ideali al corridore di Bogotà. E’ il secondo Giro d’Italia per lo scalatore della Orica: lo scorso anno, dopo un’ottima prima settimana (vinse la cronometro a squadre e giunse quinto in quel di La Spezia), calò vertiginosamente con il passare delle tappe e chiuse solamente al cinquantacinquesimo posto in classifica generale.

In questo 2016 però parte chiaramente con il ruolo di capitano e, dunque, punta dritto alla classifica generale, visto anche il risultato arrivato nell’ultima edizione della Vuelta a Espana, dove arrivò quinto e dove conquistò due successi parziali. Praticamente fermo a cronometro in confronto ai suoi rivali, Chaves se vorrà puntare al podio dovrà provare ad attaccare il più possibile in salita, in ogni frazione che offre opportunità. La condizione attuale però non sembra essere al top: l’avvicinamento a questo Giro non è stato ideale e il colombiano fino ad oggi non è mai riuscito ad entrare in una top-10 in questa stagione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto By LightweightrowerEget arbejde, CC BY-SA 4.0

Tag

Lascia un commento

Top