Giro d’Italia 2016, Kittel lascia: “Ho bisogno di riposo”

Marcel-Kittel-RCS-Sport-PHOTO-CREDIT-ANSA-PERI-DI-MEO-ZENNARO.jpg

È durata otto tappe la seconda apparizione della carriera di Marcel Kittel al Giro d’Italia, abbastanza per fargli vincere due tappe (la seconda e la terza). Per il resto difficoltà e sfortuna per il velocista tedesco della Etixx-QuickStep, che ha alzato bandiera bianca dopo la tappa di Arezzo: “Sono molto triste di lasciare il Giro – si legge sul sito ufficiale della squadra – . Mi piace molto l’atmosfera che ho trovato in Italia e amo il supporto dei tifosi italiani ma sento di aver bisogno di riposo dopo una lunga prima parte di una stagione che sarà ancora più lunga del normale visto che ci saranno i Mondiali in Qatar. Non è un’opportunità che capita ogni anno per i velocisti. Il Giro è stata una corsa molto dura fino ad ora anche nelle tappe etichettate per velocisti. Oltre i miei compagni e lo staff dell’Etixx-QuickStep voglio ringraziare gli organizzatori e i tifosi per aver reso grande questa corsa e voglio dire già ora che voglio tornare in futuro per centrare l’obiettivo di vincere una tappa sul suolo italiano, che ancora mi manca“.

Rispetto alla prima apparizione, comunque, un bel passo avanti: nell’ultima occasione Kittel era riuscito a resistere per sole 3 frazioni.

CLICCA QUI PER L’ELENCO COMPLETO DEI RITIRATI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

PHOTO CREDIT- ANSA – ZENNARO – Comunicato Stampa Rcs

Lascia un commento

Top