Giro d’Italia 2016: i velocisti. Gli azzurri sfidano Kittel e Greipel

bf621995-7bd5-4a06-bfd2-e97bfcfad3aa1.jpg

Non solo montagne. Il Giro d’Italia 2016 sarà caratterizzato anche dalle tappe pianeggianti che si decideranno in volate di gruppo. Ovviamente i protagonisti saranno i velocisti: andiamo a vedere i migliori che saranno presenti alla Corsa Rosa che si appresta a partire dall’Olanda.

Marcel Kittel: il più forte al mondo. Quest’anno punta dritto al Mondiale di Doha, con un percorso adattissimo alle sue caratteristiche (completamente pianeggiante). Una sola partecipazione al Giro per il teutonico: quattro tappe percorse (ritiro alla quinta) e due vittorie, un autentico dominio. Ha cambiato squadra in questo 2016, passando alla Etixx, importante riuscire a trovare gli stessi meccanismi che aveva con i compagni alla Giant, poi, se arriva davanti agli ultimi 200 metri, è praticamente imbattibile.

Arnaud Demare: il vincitore della Milano-Sanremo, aldilà delle polemiche che ne sono nate. Il francese della FDJ può confermarsi ancora sulle strade italiane: nelle volate di gruppo non è sembrato così dominante, ma può trovare lo spunto giusto, soprattutto quando il plotone è leggermente spezzato.

André Greipel: il velocista più regolare degli ultimi cinque anni. Il teutonico vuole scombinare i piani in casa Germania, provando a rubare il posto da capitano nel Mondiale a Kittel. Tre vittorie al Giro in carriera, anche se a maggio la sua condizione di solito non è eccellente. L’anno scorso arrivo alla Corsa Rosa come grande favorito per gli sprint, ma riuscì ad imporsi solo a Castiglione della Pescaia.

Caleb Ewan: il giovane sprinter australiano era partito fortissimo in questo 2016, con doppia vittoria al Tour Down Under, poi un leggero calo con il passare dei mesi. Al suo primo grande giro l’anno scorso è riuscito già ad imporsi, nella quinta tappa della Vuelta. Vorrà sicuramente riprovarci anche al Giro.

CLICCA SU PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE

Foto: Comunicato RCS

Lascia un commento

Top