Giro d’Italia 2016: Greipel e Kittel imbattibili? Il Giro delle volate parla tedesco

Schermata-2016-05-13-alle-19.28.45-e1463160673269.png

Quattro su quattro. Germania pigliatutto nei primi arrivi in volata del Giro d’Italia: dopo le strabilianti prestazioni di Marcel Kittel in Olanda, André Greipel si è preso la rivincita con due sprint vincenti e la maglia rossa di leader della classifica a punti strappata al connazionale.

Alle loro spalle, i velocisti italiani faticano a tenere il passo contro due corridori che sembrano essere atleticamente un paio di gradini più avanti. Quando hanno accelerato, in tutte le occasioni, hanno letteralmente fatto il vuoto, complice anche il fatto che è sempre mancato lo scontro diretto. Greipel non è mai riuscito a sprintare dalla miglior posizione ad inizio Giro, rimanendo intruppato nel gruppo, mentre Kittel si è staccato sia mercoledì che oggi, complice una foratura.

Ora, la domanda è: quanto andranno avanti? Per come ha approciato la corsa, non possiamo escludere che Greipel voglia arrivare a Milano anche per giocarsi le possibilità di portare a casa la maglia di leader della classifica a punti. Per Kittel, invece, il discorso è più complesso. Le salite gli sono indigeste e da un momento all’altro potrebbe abbandonare la carovana con giusto un paio di tappe adatte alle sue caratteristiche rimaste prima del gran finale a Torino.

Per quanto riguarda l’Italia, seconda e terza posizione oggi per Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) e Sacha Modolo (Lampre-Merida), che in questo momento sembrano i più pronti (oltre Sonny Colbrelli che però ha caratteristiche diverse). Difficile pensare possano insidiare questi Kittel e Greipel, ma con il passare dei giorni potrebbero appiattirsi le differenze prestazionali per vederli lottare per la vittoria fino alla fine. In difficoltà, invece, un Elia Viviani lontanissimo dalla migliore condizione. Comprensibile, però, con le Olimpiadi di Rio alle porte.
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Comunicato Stampa Rcs, Ansa / Luca Zennaro

Lascia un commento

Top