Giro d’Italia 2016, Greipel concede un favoloso tris. Battuti Ewan e Nizzolo nella dodicesima tappa

Andrè-Greipel.jpg

Andrè Greipel non si ferma più. Lo sprinter tedesco della Lotto-Soudal concede il tris nella 99esima edizione del Giro d’Italia aggiudicandosi la dodicesima tappa risolta allo sprint in quel di Bibione. Battuti l’australiano Caleb Ewan (Orica-GreenEDGE) ed i nostri Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo),terzo, e Sacha Modolo (Lampre-Merida),  quarto, impossibilitati ad interrompere il predominio teutonico negli sprint a causa della straordinaria forma del velocista più forte di questa edizione.

Giro d’Italia giunto in Veneto. Tappa di transizione quella da Noale a Bibione. 182 km totalmente pianeggianti, resi difficoltosi nella prima metà di gara soltanto dalla pioggia che insistentemente si è abbattuta lungo le strade coperte dal gruppo.

Come sempre nei primi km si è formata la fuga. Coraggiosi di giornata due corridori azzurri, ovvero Daniel Oss (BMC) e Mirco Maestri (Bardiani CSF). Gruppo che ha però tenuto a debita distanza i fuggitivi, controllando la fuga sempre a ridosso dei 3 minuti di vantaggio massimo.

Il tentativo giornaliero si è esaurito a poco meno di 30 km dal traguardo. Si è giunti così a velocità sostenuta nel circuito finale di Bibione, ricco di curve e con l’asfalto reso viscido dalla pioggia. Per questo motivo gli organizzatori hanno scelto di neutralizzare i tempi al suono della campana che annunciava l’inizio dell’ultimo giro (8 km dal traguardo).

Sprint ampiamente annunciato, dominato ancora una volta, come detto, da Greipel, che ha già annunciato di aver terminato questo Giro d’Italia. In classifica generale non cambia nulla, ma è solo una calma momentanea. Da domani la Corsa Rosa guarderà in alto, dando il via ad una tre giorni che ci dirà molto di più per quel che riguarda le velleità dei big.

Foto: comunicato RCS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top