Giro d’Italia 2016: gli scalatori. Da Nibali a Pozzovivo, passando per Landa e Valverde

Vincenzo-NIbali-Astana-Foto-Gianluca-Santo.png

Da sempre il Giro d’Italia è contrassegnato per i suoi scalatori al via. Anche quest’anno non mancheranno tanti tra i più forti al mondo, pronti a prendersi migliaia di applausi sulle montagne del Bel Paese. Andiamo a vedere i più forti uomini da salita presenti alla Corsa Rosa che si appresta a partire dall’Olanda.

Vincenzo Nibali: il grande favorito di questo Giro. Ha già conquistato tutte e tre le grandi corse a tappe, stupendo il mondo per la sua regolarità di prestazioni. Forte in montagna, ma abile a sfruttare anche altri momenti per provare a guadagnare secondi sugli avversari. Nella Corsa Rosa del 2013, stradominata, lo Squalo riuscì a mordere in vetta alle Tre Cime di Lavaredo, in uno scenario splendido, con la neve a cadere sulla carovana.

Mikel Landa: secondo i bookmakers è il secondo grande favorito per la conquista della Maglia Rosa. Sta attraversando un gran periodo di forma, come ha fatto vedere al Giro del Trentino. Nel 2015 i suoi scatti fecero tremare Alberto Contador: due successi tra Pinzolo ed Aprica, ma in tanti ricorderanno quell’attacco sullo sterrato del Colle delle Finestre, con il Pistolero in crisi. Ha cambiato squadra per vestire i gradi di capitano e puntare alla vittoria finale.

Rigoberto Uran: sempre protagonista sulle strade italiane. Il colombiano nel 2015 ha pagato una forma non eccellente, quest’anno si ripresenta al Giro con il nuovo team, per provare almeno a ripetere il secondo posto finale raggiunto per due volte (2013 e 2014). Non uno scalatore puro, ma quando ha la gamba giusta può fare la differenza in salita.

CLICCA SU PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE

Foto: Gianluca Santo

Lascia un commento

Top