Giro d’Italia 2016: Gianluca Brambilla, quella vittoria tanto attesa

Gianluca-Brambilla-Fb-Giro-.jpg

Il 2016 di Gianluca Brambilla è già da incorniciare. La vittoria ottenuta oggi al Giro d’Italia è solamente la cilieina sulla torta di una prima parte di stagione speciale sia dal punto di vista sportivo che personale.

Che fosse nata sotto una buona stella lo si poteva capire dal successo all’esordio al Trofeo Pollenca. Una maturità nuova per un corridore più solido e che si apprestava a diventare padre. Tutto, però, sembra essere cambiato alla Strade Bianche. La conferma in una corsa che deve essere annoverata tra le più spettacolari e prestigiose del calendario internazionale. Un terzo posto alle spalle di Fabian Cancellara e del suo compagno Zdenek Stybar, per il quale si è sacrificato.

Il 23 aprile è cambiata la sua vita, sportiva e non. È nata la piccola Asia, sua figlia,cui è stata dedicata anche la vittoria di oggi.

Ora che è diventato grande e che sembra aver trovato il suo posto nel mondo, la top 10 al Giro non solo sembra possibile ma anche molto più concreta data la maglia rosa sulle spalle. Un sogno che si avvera, nato dalla fatica e da tante giornate passate a lavorare per gli altri, un corridore senza i gradi di fenomeno che però ha saputo ritagliarsi una giornata oltre i confini del semplice risultato sportivo.

Adesso tutto quello che viene sarà oro colato, il Giro d’Italia di Gianluca Brambilla così come il 2016 possono essere archiviati come perfetti. Ma è proprio in queste situazioni che i sogni, per quanto possano sembrare assurdi, si possono trasformare in realtà.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Pagina Facebook Giro d’Italia

Lascia un commento

Top