Giro d’Italia 2016, DIRETTA LIVE quarta tappa Catanzaro-Praia a Mare. Splendida vittoria di Diego Ulissi!

Schermata-2016-05-10-alle-11.47.28.png

Buongiorno e benvenuti alla Diretta Live della quarta tappa del Giro d’Italia 2016. Terreno mosso da Catazanzaro a Praia a Mare, con uno strappo nel finale che potrebbe rivoluzionare la classifica. Difficile che la maglia rosa resti sulle spalle di Marcel Kittel. È una frazione da uomini specializzati nelle classiche: potrebbero muoversi, in questo senso, Diego Ulissi e Filippo Pozzato. Attenzione poi a velocisti che tengono bene in salita come Nizzolo e Demare. E gli uomini di classifica? Qualcuno proverà un colpo di mano? Lo scopriremo… Buon divertimento.

LA TAPPA DI OGGI

Clicca F5 per aggiornare la pagina

Ore 17;16: Ulissi sale anche in terza posizione nella classifica generale dietro Jungels.

Ore 17.13: gran secondo posto per Tom Dumoulin, che torna a vestire la Maglia Rosa. Terzo Steven Kruijswijk. Fuori dal podio Valverde, 4°, dinanzi al nostro Brambilla.

Ore 17.12: Ce la fa Diego Ulissi, nonostante gli ultimi tentativi degli inseguitori. Grandissimo numero del livornese, bravo a cogliere i tempi giusti per raggiungere i fuggitivi.

Ore 17.09: soltanto un km separa Ulissi da una stupenda vittoria. Jungels tira il gruppo.

Ore 17.07: 2000 metri all’arrivo. Il capitano della Lampre stringe i denti. 9 secondi il suo margine sul gruppetto dei big.

Ore 17.04: 5 km separano Ulissi dal compiere un gran numero. Vantaggio sempre intorno ai 15 secondi nei confronti del gruppetto dei futuri uomini di classifica.

Ore 17.02: terminato il “Praienberg”, ma di strada ce n’è ancora. Ulissi ha 15 secondi sul gruppo a 7 km dal traguardo.

Ore 17.00: è solo al comando Diego Ulissi, che stacca i suoi compagni di fuga. 30 secondi sul gruppo comandato da Pozzovivo e Nibali.

Ore 16.57: inizia la tanto attesa salita di via del Fortino. Subito Ulissi scatenato con Pirazzi.

Ore 16.55: poco più di 10 km all’arrivo. Gruppettino di testa che ha un vantaggio di quasi 30 secondi. Ghiotta occasione per Ulissi.

Ore 16.49: si susseguono i saliscendi in vista di Praia a Mare. Diego Ulissi si muove a 17 km dal traguardo. Il capitano della Lampre raggiunge il suo scudiero Conti nel gruppetto di testa. Difficoltà per Kittel.

Ore 16.43: in testa al gruppo gli uomini del Team Movistar. Alejandro Valverde vuole tenere a tiro la fuga. 20 km alla conclusione. Fuggitivi che conservano 15 secondi di margine.

Ore 16.37: ripresi i due francesi, è la volta di un attacco a 7. Ci provano Pirazzi, De Marchi, Conti, Wellens, Serry, Lopez-Garcia ed ancora Domont. 20 secondi per loro sul gruppo.

Ore 16.28: Si ritira il francese Geniez, mentre due suoi connazionali tentano di sorprendere il gruppo. Si tratta di Bonnafond e Domont, entrambi della AG2R. 30 secondi il loro vantaggio.

Ore 16.23: gruppo allungatissimo. Si susseguono svariati attacchi. Intanto La Maglia Rosa è rientrata.

Ore 16.15: sta per rientrare il gruppo dei velocisti, sotto la spinta di Fabio Sabatini, uomo fidato di Marcel Kittel. Il gruppo ha visibilmente rallentato al termine della discesa. Siamo a 40 km dal traguardo.

Ore 16.02: Damiano Cunego si prende i 7 punti del GPM di San Pietro beffando Stefano Pirazzi. Svelato l’obiettivo del veronese?

Ore 15.59: gruppo compatto. Staccati sia Marcel Kittel che Arnaud Demare. Ci sarà dunque molto probabilmente un terzo leader della generale al termine di questa tappa, oppure Tom Dumoulin vorrà già riprendersi la Rosa?

Ore 15.56: sulle rampe del GPM di San Pietro iniziano a staccarsi i primi velocisti tra i quali Jacub Mareczko ed Elia Viviani. Prime avvisaglie di difficoltà anche per la Maglia Rosa, mentre ormai la fuga ha i minuti contati. Soltanto 15 secondo il vantaggio dei fuggitivi.

15.47: violentissima accelerazione nel gruppo! 2′ per i fuggitivi!

15.38: meno di 3′ per gli attaccanti quando mancano 60km alla conclusione. Sempre maglie Etixx-QuickStep in testa al gruppo. Che Kittel ci voglia provare?

15.30: quasi 4′ di vantaggio per Matthias Brändle (IAM), Nicola Boem (Bardiani-Csf), Matej Mohoric (Lampre-Merida) e Joey Rosskopf (BMC) quando mancano poco meno di 65 chilometri alla conclusione.

15.20: è Nicola Boem a passare per primo sul Gpm. Nel contempo, lieve problema tecnico per Mikel Landa che è stato costretto a cambiare bici. Nessuna complicazione per lui.

15.07: anche in salita Etixx-QuickStep a fare il ritmo, questa volta molto blando. Fuggitivi sempre a 3′.

14.52: 3′ di vantaggio per la fuga quando ci avviciniamo alla salita di Bonifati, il primo Gpm di giornata.

14.24: riparte l’inseguimento! Grosu ripreso, la Etixx-QuickStep va a tutta e vantaggio sceso a 2’30”.

14.05: c’è Grosu tra la fuga e il gruppo ma paga 1’20” di ritardo. Gruppo a circa 5′.

13.57: 2′ di vantaggio per la fuga. Il lavoro della Nippo è evaporato,

13.51: dopo 73 chilometri vantaggio di 24”. Non si sblocca la quarta tappa del Giro d’Italia.

13.45: i 4 al comando riprendono vantaggio. Situazione molto particolare in corsa.

13.40: vantaggio quasi ridotto a zero, iniziano i contrattacchi.

13.32: 50 chilometri percorsi nella prima ora, gruppo ormai a 30” dagli attaccanti.

13.30: meno di un minuto di vantaggio! È un lungo braccio di ferro.

13.14: la Nippo continua a menare anche dopo il taguardo volante vinto da Boem: 1′ di distacco!

12.58: cambio di scenario. La Nippo-Vini fantini ha aumentato il ritmo in testa al gruppo e ora i fuggitivi hanno 1’40” di margine. Segnalato anche vento, la tappa si svolge quasi interamente sul mare.

12.43: sono Nicola Boem (Bardiani-Csf), Matej Mohoric (Lampre-Merida) e Joey Rosskopf (BMC) in avanscoperta. Sta provando a rientrare Matthias Brändle (IAM Cycling) mentre il gruppo ha rallentato. Si preannuncia una fuga a 4.

12.40: alcuni corridori sono evasi dal gruppo ma la situazione non è ancora definita.

12.38: dopo 10 chilometri ancora non è partita la fuga buona. Tappa che si presta alle fughe, evidentemente in tanti vogliono ben figurare.

12.26: manca poco al via ufficiale, leggero ritardo sulla tabella di marcia

12.20: ci siamo! La quarta tappa del Giro d’Italia è partita.

11.25: partenza prevista alle 12:20. Il Giro fa il suo esordio italiano in Calabria, per la felicità dei tantissimi appassionati del meridione. Giornata calda in quel di Catanzaro. Vedremo se si formerà subito una fuga nei primi km e se il ritmo sarà vertiginoso.

Foto: By Martin Mystère (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top