Giro d’Italia 2016: A(s)solo di Ulissi, non lo batte Nessuno

Diego-Ulissi.jpg

Arriva il bis per Diego Ulissi: il corridore toscano della Lampre – Merida, in condizione super, riesce a vincere sul traguardo di Asolo nell’undicesima tappa, partita da Modena e giunta nella città trevisana dopo 227 km. Seconda vittoria in questo Giro d’Italia dopo quella di Praia a Mare, di nuovo grazie ad uno scatto bellissimo poco prima dell’arrivo. Si conferma in gran forma la Maglia Rosa Bob Jungels che attacca, giunge terzo e guadagna secondi in classifica.

Velocità folli nella prima parte di gara. Difficoltà tremenda a formare una fuga vista l’andatura ad oltre 50 km/h nelle prime due ore. Sembrava riuscito ad evadere un plotone di nove uomini (Moser, Quinziato Howard, Kludge, Boaro, Pozzato, Vorobyev, Zhupa e Berlato), ma la Lampre-Merida si è messa a tirare per raggiungere gli attaccanti, riuscendoci nel giro di pochi chilometri. Alla fine ad andare all’attacco sono stati in tre: Vegard Stake Laengen (IAM), Anton Vorobyev (Katusha) e Liam Bertazzo (Wilier Triestina – Southeast). Vantaggio massimo di 10′ per il trio, prima che in gruppo si mettesse a lavorare soprattutto la Trek-Segafredo, che ha ridotto il distacco con il passare dei chilometri.

Una caduta ha frazionato il gruppo lanciato verso la salita di Forcella Mostaccin, mettendo fuori gioco Domenico Pozzovivo. Sulla breve ascesa di quarta categoria si sono mossi gli uomini di classifica, guidati da Steven Kruijswijk (Lotto NL Jumbo), che hanno ripreso i fuggitivi, attaccando la discesa davanti. Lo scatto più importante è stato quello di Vincenzo Nibali proprio in discesa, seguito da Alejandro Valverde (Movistar) ed Esteban Chaves (Orica GreenEdge). Il trio è stato però ripreso dagli altri big della classifica, dal quale sono partiti al contrattacco Andrey Amador (Movistar) e la Maglia Rosa Bob Jungels (Etixx Quick Step). Unico a riportarsi sui due in un tratto in leggera ascesa è stato un fantastico Diego Ulissi (Lampre Merida). Il trio è riuscito a sorprendere definitivamente il gruppo, andandosi a giocare la vittoria allo sprint, dove l’azzurro è riuscito a prevalere nettamente sugli avversari. Secondo Amador, terzo Jungels che allunga in chiave classifica. Piazzamenti per Giacomo Nizzolo e Sonny Colbrelli, rispettivamente quarto e quinto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

PHOTO CREDIT ANSA / LUCA ZENNARO – CS Rcs Sport

Lascia un commento

Top