Ginnastica, Europei 2016 – Trionfo Gran Bretagna tra gli juniores! Italia sesta, Lorenzo Galli da Finale

Italia-maschile-juniores-ginnastica.jpg

La Gran Bretagna è Campione d’Europa tra gli juniores. La rassegna continentale di ginnastica artistica maschile, iniziata oggi alla Post Finance Arena di Berna (Svizzera), ha subito assegnato le prime medaglie alle giovani promesse del futuro.

I sudditi di Sua Maestà si impongo nuovamente con 253.436 punti dopo aver già trionfato a Sòfia 2014, confermandosi la scuola di riferimento nel Vecchio Continente, quantomeno in questa categoria. Moran, Fraser, Lewis, Nathan e Osbourne hanno sconfitto di oltre un punto la Russia (252.061) grazie a sei routine di eccezionale spessore. Makolov e compagni, invece, pagano una brutta rotazione alla sbarra e una non impeccabile al corpo libero, accontentandosi così della medaglia d’argento.

Grande festa per i padroni di casa che davanti al proprio pubblico salgono sul terzo gradino del podio (249.959) precedendo la Francia (248.562) che ha sbalordito tutti alle parallele pari. Quinta la Germania (243.094).

 

L’Italia ha concluso con un buon sesto posto (242.084), in linea con le aspettative della vigilia. Gli azzurri sono stati bravi a uscire alla distanza e a scavalcare Ucraina (settima, 241.765) e Ungheria (ottava, 237.051) nel corso della gara. Nono il Belgio (236.694), Romania in crisi anche con i giovani dopo la mancata qualificazione alle Olimpiadi (sedicesimo posto, 229.411).

Sugli scudi Lorenzo Galli che ha conquistato l’unica Finale di Specialità per i nostri colori: è quinto alla sbarra (13.633) e domenica pomeriggio sarà in gara a caccia di una possibile medaglia, al momento lontana solo 13 centesimi.

Il giovane parteciperà anche alla Finale del concorso generale individuale, in virtù dell’undicesima piazza odierna (79.965: 12.000, 13.600, 13.266, 14.166, 13.300, 13.633). Venerdì sera gli farà compagnia Luca Lino Garza, oggi 14esimo (79.632: 13.500, 13.133, 12.900, 14.233, 13.166, 12.700). Per il titolo di Campione d’Europa si preannuncia un duello stellare tra il britannico Giarnni Regini-Moran (85.964) e il russo Andrei Makalov (85.798), a distanza lo svizzero Henji Mboyo (84.164) e l’altro britannico Joe Fraser (84.140).

Niente da fare per Stefano Patron, out dalla Finale a 24, ma senza dover recriminare per la regola dei passaporti: il 26esimo posto odierno (77.814: 13.100, 13.141, 13.641, 13.466, 11.000, 13.466) non gli sarebbe bastato comunque per poter ritornare in gara.

Il nostro quintetto era completato da Filippo Castellaro (12.566 al cavallo e 13.266 agli anelli) e Nicolò Mozzato (13.866 al corpo libero, 13.900 al volteggio, 12.766 alle parallele, 12.941 alla sbarra).

 

Lascia un commento

Top