Francesca Lollobrigida: “Obiettivo concentrarsi sulla mass start”, intanto la sorella Giulia diventa Campionessa Italiana Marathon

Lollobrigida.jpg

Giornata da ricordare in casa Lollobrigida. Giulia e Francesca si sono piazzate rispettivamente in prima e seconda posizione nei Campionati Assoluti di pattinaggio a rotelle distanza Marathon. La kermesse tricolore ha visto gli atleti partire da Salerno ed arrivare nella splendida cornice dei Templi di Paestum, comune del capoluogo campano. Terzo gradino del podio per Francesca Bettrone, che come le sorelle Lollobrigida frequenta abitualmente sia i palcoscenici dello speed skating, sia quelli del pattinaggio su strada.

Per quanto riguarda gli uomini vittoria per Riccardo Bugari, che ha chiuso dinanzi a Fabio Francolini e Stefano Mareschi.

In mattinata abbiamo raggiunto Fabio Francolini e Francesca Lollobrigida, che hanno risposto ad alcune domande circa la loro stagione sul ghiaccio e le prospettive future.

Fabio, puoi tracciare un rapido bilancio sulla stagione di speed skating? E come affronti le gare di pattinaggio su strada?

“Tutto sommato è un bilancio positivo, anche se avrei preferito cogliere una vittoria rispetto ad alcuni piazzamenti, ma la vittoria è il mio prossimo obiettivo futuro. Sono stato abbastanza costante durante la stagione, anche se ho dovuto fare i conti con una reazione allergica che mi ha debilitato prima di appuntamenti importanti. Più avanti torneremo su in Olanda ad allenarci con il nuovo team con l’obiettivo di fare sempre meglio. Le prove Marathon? Un’occasione per non perdere il feeling con le gare e per restare in allenamento”.

Francesca, come giudichi l’annata sul ghiaccio e quali sono le tue priorità per il futuro, anche con visione verso Pyeongchang?

“Beh, avrei voluto qualcosa in più, ma comunque porto a casa i buoni risultati nelle Mass ed il record italiano nei 5000 che ho fatto a Salt Lake City. La Mass Start è la mia specialità preferita. Cercherò di concentrarmi principalmente su di essa anche se la Federazione potrebbe storcere il naso in quanto nel panorama internazionale me la cavo anche sulle lunghe distanze, ma pensando ai Giochi Olimpici sacrificare una specialità per favorire la Mass credo sia la soluzione migliore”.

L’esperienza olandese, gli allenamenti con alcune delle migliori atlete al mondo, ti hanno portato ulteriori consapevolezze?

“Gli allenamenti in Olanda mi sono serviti indubbiamente molto, sia per capire i miei limiti che le mie possibilità. E’ un’esperienza formativa importante e necessaria per poter crescere. Confrontarsi con le olandesi, carpirne le metodologie di allenamento, tutto questo serve molto. Inoltre allenarsi in impianti meravigliosi al coperto, dove le piste sono sempre molto veloci è davvero fantastico”.

Infine, capitolo pattinaggio su strada. Con che spirito affronti le Marathon? Semplice allenamento in vista dell’inverno?

“Le Marathon mi offrono diverse opportunità. Una su tutte quella di non perdere la familiarità con allenamenti e gare, cosa molto importante, soprattutto nel lunghissimo periodo “morto” dello speed skating, in secondo luogo la possibilità di essere a casa con la mia famiglia ed i miei amici, cosa che accade raramente”.

Si ringrazia Giandomenico Tiseo per la collaborazione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top