F1, GP Spagna 2016: Rosberg in testa nelle libere. Bene Raikkonen 2° e Vettel 4° molto veloce sul long run

Rosberg-2016-Barcelona-64-Foto-Cattagni.jpg

Nelle prove libere del quinto appuntamento del Mondiale di F1 2016, sul tracciato di Montmelo (Barcellona), è sempre Nico Rosberg il più veloce del lotto. Lungo i curvoni veloci del circuito spagnolo, la W07 Hybrid del leader del campionato si è confermata stampando il miglior crono di 1’23″922, precedendo un ottimo Kimi Raikkonen sulla Ferrari in 1’24″176 e Lewis Hamilton in 1’24″641. Quarta prestazione di giornata per Sebastian Vettel in 1’25″017, autore di un paio di errori nel giro più veloce che non gli ha consentito di essere così performante.

Sul passo gara i riscontri tra Mercedes e la Rossa sono molto ravvicinati con Rosberg e Vettel i più veloci su tempi del 1’28″/1’29” con gomme soft mentre Raikkonen, con le mescole medie, ha portato avanti un long run sul 1’29” alto ed Hamilton, tra i “fab four”, è sembrato quello maggiormente in difficoltà sulla durata. Tuttavia, essendo venerdì, sono riferimenti che vanno presi con le molle, non sapendo i carichi di benzina dei piloti in pista. In questo senso, assai sorprendente il crono di Carlos Sainz (quinto in 1’25″131), l’unico a girare con gli pneumatici hard sul long run siglando tempi molto interessanti sul 1’30”. Alle spalle dello spagnolo della Toro Rosso, troviamo la prima della Red Bull, quella di Daniel Ricciardo (1’25″194), non all’altezza della vettura di Faenza in configurazione da gara, a precedere la Mclaren dell’idolo di casa Fernando Alonso su Mclaren in 1’25″342. L’iberico si è messo davanti uno dei piloti più attesi, vale a dire Max Verstappen, protagonista dello scambio con Daniil Kvyat, ora su Toro Rosso, che tante chiacchiere ha alimentato nel paddock.

Non si è sottratto, in questo senso, alle domande di Mara Sangiorgio di Sky Sport,  Helmut Marko, ex pilota austriaco ed eminenza grigia del motorsport Red Bull (scopritore Sebastian Vettel) che ha dichiarato: “Noi sappiamo le qualità di Verstappen e debbo dire che è stato impressionante come si sia adattato. Danill si è messo sotto pressione dopo la gara in Australia. Poi non è stato abbastanza costante e questo ha fatto crescere ulteriormente la tensione con gli incidenti che sono seguiti. Quindi dovevamo fare qualcosa ed abbiamo dato questa chance a Kyvat per riscattarsi, rendendosi conto di quanto sia migliore il motore Ferrari. La decisione quindi, per prevenire altri problemi, ha queste motivazioni. 

ORDINE DEI TEMPI PROVE LIBERE 2

Pos. N. Pilota Team Distacco Tempo Giri
1 06 Nico Rosberg Mercedes 1’23″922 26
2 07 Kimi Raikkonen Ferrari +00″254 1’24″176 22
3 44 Lewis Hamilton Mercedes +00″719 1’24″641 18
4 05 Sebastian Vettel Ferrari +01″095 1’25″017 26
5 55 Carlos Sainz Toro Rosso +01″209 1’25″131 35
6 03 Daniel Ricciardo Red Bull +01″272 1’25″194 29
7 14 Fernando Alonso McLaren +01″420 1’25″342 22
8 33 Max Verstappen Red Bull +01″453 1’25″375 23
9 11 Sergio Pérez Force India +01″515 1’25″437 24
10 27 Nico Hulkenberg Force India +01″531 1’25″453 27
11 77 Valtteri Bottas Williams +01″786 1’25″708 25
12 22 Jenson Button McLaren +01″971 1’25″893 13
13 08 Romain Grosjean Haas +01″977 1’25″899 26
14 20 Kevin Magnussen Renault +02″322 1’26″244 33
15 26 Daniil Kvyat Toro Rosso +02″453 1’26″375 37
16 19 Felipe Massa Williams +02″569 1’26″491 29
17 30 Jolyon Palmer Renault +02″848 1’26″770 11
18 94 Pascal Wehrlein Manor +03″038 1’26″960 33
19 88 Rio Haryanto Manor +03″330 1’27″252 32
20 12 Felipe Nasr Sauber +03″890 1’27″812 35
21 21 Esteban Gutiérrez Haas +04″283 1’28″205 09
22 09 Marcus Ericsson Sauber +04″579 1’28″501 35

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top