DIRETTA LIVE – Europei 2016 tuffi e nuoto sincronizzato: Batki chiude settima dai 10m dopo l’en plein danzante

67535_296628323801500_1463233701_n.jpg

Ultime finali per il nuoto sincronizzato, con l’Italia che punta a tre medaglie per completare un leggendario en plein, e la sola Noemi Batki nei tuffi contro quella piattaforma fatta di gioie (cinque podi agli ultimi sei Europei) ma anche dolori (un rapporto burrascoso con l’avvitamento, negli ultimi tempi). Assente la coppia sincro 3 metri maschile causa infortunio di Andrea Chiarabini. Questo il programma odierno, per quanto riguarda gli azzurri, a Londra.

Potrete seguire tutte le emozioni di questa rassegna continentale, dal primo all’ultimo minuto, live sul nostro portale attraverso la diretta scritta. Buon divertimento!

Venerdì 13 maggio: programma, orari, tv e italiani in gara

CLICCA F5 PER AGGIORNARE LA PAGINA

22.53: Ultima gara di giornata, senza Germania e Italia, il sincro 3 metri maschile regala alla Gran Bretagna il primo oro degli Europei di Londra. Se lo prendono Jack Laugher e Chris Mears, sempre in testa fin dalla prima rotazione, che suggellano la propria gara con 96.90 punti nel quadruplo e mezzo avanti raggruppato. Il totale è di 456.81. Sulle note del primo God save the Queen della settimana, dunque, si interrompe il dominio dei russi Ilya Zakharov-Evgenii Kuznetsov, imbattuti dal 2011. I due sono argento con 445.23 punti. Bronzo Ucraina (Illya Kvasha-Oleksandr Gorshkovozov) a quota 439.86.

22.47: Gran Bretagna con 456.71, oro in cassaforte con un ultimo tuffo da quasi 100 punti!

22.43: Gran Bretagna 359, Ucraina 357, Russia 350. Arrivo in volata, inizia ora l’ultima serie di tuffi.

22.35: Due tuffi alla fine, Gran Bretagna non perfetta ma ancora prima con 7 punti sulla Russia. Sbaglia un po’ l’Ucraina, che scivola terza.

22.28: 190.68 per gli inglesi, 187.70 Ucraina 181.50 Russia. Questo il podio virtuale dopo tre rotazioni. Le tre coppie favorite non sbagliano

22.20: Ucraina sempre prima al termine degli obbligatori, 106.20. Seguono con 105 russi e britannici. Probabile sia questo il podio finale.

22.13: Ucraina prima con 54 punti. A fine rotazione 1 seguono Gran Bretagna, Russia e Austria, tutte sopra quota 50.

22.07: iniziato il sincro 3 metri maschile, senza Italia al via causa infortunio di Chiarabini. Manca anche la Germania. Russia per il sesto oro di fila, ma proverà a dire di no la Gran Bretagna.

21:45: Couch va all’argento chiudendo con 67.20 e 352.70. Bronzo per l’altra inglese Ward. Chiude in settima piazza la Batki

21:44: E’ il turno della Prokopchuk e termina con un grande punteggio 385.90 ed è medaglia d’oro, quinto titolo dalla piattaforma

21:43: 67.20 per la Wassen che supera la Batki di poco 310.75 in quarta piazza parziale

21:42: Kurjo con 52.80 chiude dietro Noemi in sesta piazza a quota 294.85

21:41: Petukhova con 72.00 scavalca Batki e Marino a quota 316.05

21:40: 57.60 per la Batki rimanendo alle spalle della Marino chiudendo con 308.40

21:38: Ward in ballo per la medaglia. 56.00 per lei che comunque sono sufficienti per rimanere davanti la Marino (325.05)

21:37: Krasnishlyk conclude la sua finale con 64.40 e termina la finale a 284.30 in quinta piazza parziale

21:36: Van Duijn continua la sua media e chiude con 292.25 in terza posizione parziale

21:35: Green Angerame chiude con 46.80 e 152.65, davvero pochi.

21:34: Marino che con ingresso scarso 54.40 vanifica le sue speranze di medaglia. 314.55 per la francese.

21:33: Inizia l’ultima rotazione con la Kanonji che chiude la sua finale con 58.80 e 279.30

21:32: In testa la Prokopchuk davanti la Couch e Ward. Sempre quinta la Batki

21:31: Avvitamento indietro per la Couch che ipoteca il secondo posto 72.00 e 285.50

21:32: Prokopchuk autrice di un tuffo impeccabile che con 84.15 va oltre i 300 punti (305.90) vola in testa

21:29: Wassen con il triplo e mezzo avanti fa 67.50 e 243.55, dietro alla Batki con 7.55 punti di ritardo.

21:27: Kurjo non esegue un buon tuffo sporcando l’entrata in acqua e 42.05 per la tedesca, alle spalle della Batki

21:26: Petukhova 68.20 punti per lei e quarta piazza per lei (244.05)

21:26: Batki non bene dalla verticale che con 54.40 finisce dietro la Marino in terza piazza

21:25: 57.00 per la Ward in testa con 269.05 e 9 punti di vantaggio sulla Marino

21:23: La Krasnoshlyk non è pulita nel suo quarto tuffo e ottiene 43.50 ed è sesta

21:22: Green Angerame che questa volta non fa disastri ed ottiene 43.40. 105.85 per lei

21:21: Marino che dalla verticale è protagonista di un’ottima esecuzione che con 73.60 potrebbe tornare in gioco per le medaglie. 260.15 per lei.

21:20: Inizia la quarta rotazione con la Kanonji che con 59.40 totalizza 220.50

21:18: Couch con 65.50 che finisce alle spalle della Prokopchuk. 3/5 di gara con l’ucraina in testa davanti alle due britanniche. Quinta la Batki

21:17: Prokopchuk che con 68.15 va in testa a quota 221.75

21:16: La Wassen ottene 70.40 finendo alle spalle di Noemi Batki con 176.05 in settima posizione.

21:15: La Kurjo ottiene 60.20 che ottiene 200.00 scavalcando di poco la nostra Noemi che però si avvicina.

21:14: Petukhova che sbaglia la sua esecuzione e con 37.95 precipita in sesta posizione parziale (175.85)

21:13: Molto bene Noemi Batki che ottiene 71.40 e con 196.40 è in seconda posizione. Davvero un peccato per il primo tuffo sbagliato.

21;12: Doppio salto mortale dalla verticale per la Ward che con 67.20 ottiene 212.05 e va in testa.

21;11 Krasnoshlyk che con 60.90 e 176.40 è in terza posizione

21:10: Olandese Van Duijn che con 58.50 totalizza 182.90 e la seconda posizione parziale nel ranking, scavalcata dalla Marino

21:09: Doppio e mezzo indietro per la Green Angerame che con 33.35 continua con la sua gara non certo da corniciare. 62.45 con 3 tuffi

21:08: Ottimo doppio e mezzo carpiato della Marino che conquista 73.95 scavalcando la Kanonji e ottenendo 186.55

21:07: Inizia la terza rotazione con il rovesciato carpiato della Kanonji che ottiene 39.90 totalizzando 161.10

21:06: Grande risposta della Couch che con una verticale strepitosa si piazza in seconda piazza. Situazione dopo la seconda rotazione: Prokopchuk, Couch e Ward mentre la Batki è sesta.

21:05: 81.60 per la Prokopchuk che con 81.60 va in testa con 153.60. Una finale che si infiamma.

21:04: Sbaglia completamente il suo tuffo la Wassen che con 30.45 precipita in nona posizione (105.65)

21:03: Grande tuffo della Kurjo che con 76.80 e 139.80 è seconda alle spalle della Ward

21:02: Petukhova che esegue anche lei un ottimo triplo e mezzo ritorno che con 137.90 si piazza davanti a Noemi

21:01: Ottimo triplo e mezzo ritornato per Batki che ottiene 80.00 e con 125.00 è seconda alle spalle della Ward

21:00: 80.85 per la Ward e un totale di 144.85 che prova a scappare grazie al triplo salto mortale indietro

20:59: Krasnoshlyk che ottiene 52.50 e totalizza 115.50

20:58: L’olandese Van Dujin protagonista di un tuffo che finisce abbondante che totalizza un parziale di 58.80 e totale di 124.40.

20:57: Triplo e mezzo raggruppato per la Green Angerame che continua a sbagliare completamente la sua esecuzione. 8.10 per la lituana

20:56: Triplo e mezzo avanti carpiato per la Marino che si riscatta dal brutto errore del primo tuffo conseguendo  63.00 per un totale di 112.60

20:55: Doppio salto mortale dalla verticale per la Kanonji che inizia la seconda rotazione ottenendo 54.00 per un totale di 121.20

20:53: L’inglese Tonia Couch fa 61.50 con il suo primo tuffo ed è nona classifica dopo questa prima rotazione. Classifica che vede la Wassen davanti a Prokopchuk e la Petukhova

20:52: Molto bene anche l’ucraina Iulia Prokopchuk che ottiene 72:00 e si piazza immediatamente dietro la Wassen

20:51: Ottima esecuzione per l’altra tedesca Christina Wassen che con 75.20 va in testa.

20:50: Un altro triplo mezzo carpiato eseguito dalla tedesca Maria Kurjo che ottiene 63.00

20:49: Meglio l’esecuzione del medesimo tuffo per la russa Ekaterina Petukhova che va in testa con 67.50

20:47: Non comincia ben Noemi Batky con il triplo mezzo avanti carpiato che ottiene 45.00 punti con un tuffo di “sicurezza”. Ora è sesta su sette atlete che hanno eseguito il tuffo.

20:45: La padrona di casa Georgia Ward non va oltre 64.00

20:44: Doppio e mezzo carpiato per Ganna Krasnoshlyk che ottiene 63.00 ed è terza in classifica parziale

20:43: Dopo qualche minuto è il turno dell’olandese Celine Van Duijn con doppio e mezzo carpiato con un avvitamento e mezzo (3.2), Buono il tuffo fino al momento dell’ingresso e 65.60 per lei, seconda in classifica alle spalle della Kanonji

20:39: Genevieve Green Angerame, per la Lituania, che sbaglia completamente il doppio e mezzo ritornato. 19.60 per lei.

20:36: E’ il turno dell’altra transalpina Laura Marino e sorprende vederla seconda nell’ordine dei tuffi per un’eliminatoria non eccellente. Triplo e mezzo ritornato non ben eseguito dalla francese che realizza 49.60

20:35: Si inizia con Alais Kanonji che con uno splendido tuffo non con grande coefficiente (2.8) ottiene 67.20

20:25: Mancano 5 minuti all’inizio della gara della piattaforma con la nostra Noemi Batki (qualificata con il sesto punteggio) in corsa per ottenere il massimo. Che sia podio? Chissà…lo scopriremo solo assistendo ad una delle gare più spettacolari del programma dei tuffi.

18.08: appuntamento con la serata di tuffi. Alle 20.30 Noemi Batki in finale dalla piattaforma, alle 22 il sincro 3 metri maschile privò purtroppo di Tocci-Chiarabini causa infortunio di quest’ultimo.

18.07: gara finita, Europei di nuoto sincronizzato in archivio con 9 medaglie per l’Italia! Vince l’Ucraina davanti alle azzurre e alla Spagna. Russia padrona del medagliere.

18.03: 94.0000 punti per l’Ucraina, prima. Italia sarà argento. Chiude la gara la Francia.

17.56: Svizzera con 83 punti, adesso l’Ucraina per l’oro.

17.48: 91.2333 per l’Italia! Superata la Spagna, sarà argento a fine gara se l’Ucraina – come prevedibile – starà davanti! Si completa l’en plein!

17.43: tocca all’Italia! Caccia all’argento sulle note di “The season on earth” di Michele Braga (coreografa Ermakova).

17.41: termina la sua prova anche la Grecia, molto brave le elleniche. 87.4667. Sono seconde dietro alla Spagna per ora.

17.34: Spagna 89.6667. Punteggio di riferimento per l’Italia. Ma le iberiche potrebbero arrivare terze adesso, senza la Russia in gara.

17.27: 71.8000 il punteggio del Portogallo. Comanda sempre la Bielorussia, a breve la vera lotta per il podio.

17.20: 75.7333 per Israele.

17.13: 79.0000 punti per la Gran Bretagna, seconda per ora.

17.06: 81.6667 per le bielorusse, che aprono l’ultima finale. L’Italia si era classifica seconda nei preliminari di mercoledì mattina, dietro all’Ucraina ma davanti alla Spagna.

17.03: dieci nazioni iscritte a questa gara. Inizia la Bielorussia.

17.02: iniziata l’ultima finale europea di nuoto sincronizzato. Nel libero a squadre non c’è la Russia: strada spianata per l’Ucraina, Italia contro la Spagna per l’argento. La nona medaglia comunque è pressoché certa: sarà en plein!

15.19: appuntamento alle 17 con l’ultima finale del nuoto sincronizzato, il libero di squadra!

15.11: gara finita. Batki sesta, è in finale. Il riepilogo delle 12 che torneranno in vasca stasera: Tonia Couch (Gran Bretagna) 345.20, Yulia Prokopchuk (Ucraina) 344.35, Christina Wassen (Germania) 302.30, Maria Kurjo (Germania) 294.55, Ekaterina Petukhova (Russia) 286.35, Noemi Batki (Italia) 284, Georgia Ward (Gran Bretagna) 278.15, Ganna Krasnoshlyk (Ucraina) 278.10, Céline Van Duijn (Olanda) 274.25, Genevieve Green Angerame (Lituania) 273.15, Laura Marino (Francia) 271.50, Alais Kalonji (Francia) 270.85.

15.08: clamorosa eliminazione della Timoshinina!

15.05: appena 271 punti per la Marino, sorprendentemente dietro alla lituana Green che, dunque, sarà in finale per la prima volta in carriera contro ogni pronostico.

14.59: sopra i 300 punti la tedesca Wassen, giovanissima, con 302.30. Chiude bene la Couch con il rovesciato: 71.40, 345 il totale.

14.55: ultimo tuffo della gara per Noemi Batki mentre Timoshinina è a serio rischio eliminazione. Ancora ingresso un po’ scarso per l’azzurra, 54.40 punti. Totale di 284 punti. Sarà in finale, questa sera alle 20.30.

14.50: Prokopchuk con uno dei migliori tuffi della gara. Verticale pulita, 75.90 punti, è prima con 273 punti a un tuffo dalla fine. Batki è quinta. A rischio eliminazione la russa Timoshinina, 14esima con 18 punti da recuperare alla 12esima. Anche Ward sarebbe fuori.

14.49: Kurjo 56.55 con il doppio e mezzo indietro: è seconda.

14.44: 57.60 per la Marino nella verticale, è davanti a Batki per 1.90 punti.

14.40: Tonia Couch sempre prima. 67.20 con l’avviamento, 273.80 il parziale.

14.38: 49.50 per la tedesca Wassen, che rimane dietro alla Batki.

14.36: verticale un filo scarsa per Noemi Batki, 56 punti ma con 229.60 si salva e dovrebbe aver ipotecato la finale in una gara comunque di basso livello generale.

14.34: disastro Timoshinina, 24.75, indietro molto abbondante. Adesso rischia l’eliminazione: era una delle favorite per il podio.

14.31: fine terza rotazione, Couch prima con 206 punti davanti a Prokopchuk (198). Batki settima (173), +10 sulla 13esima.

14.28: 67.20 per la Ward, che torna a ridosso della Batki.

14.24: 46.40 per la Marino, scarsa con l’indietro. Anche per lei, argento a Rostock 2015, un’eliminatoria finora negativa.

14.21: bel ritornato per la Couch, prima con margine: 72 punti.

14.19: 57.60 per la tedesca Wassen con la verticale, è davanti a Noemi Batki che alla fine di questa terza rotazione avrà perso molto terreno dalle big.

14.16: doppio e mezzo rovesciato raggruppato abbondante per Noemi Batki, che perderà terreno. 44.80 punti.

14.15: 60.45 per Timoshinina con la verticale.

14.12: Prokopchuk con 65.50 nel ritornato. Batki chiude terza la seconda serie di tuffi. +23 punti sulla 13esima.

14.11: bella verticale di Maria Kurjo, tedesca già vincitrice del sincro. 67.20 punti ed è seconda davanti a Noemi Batki.

14.05: non buono il triplo e mezzo avanti della Marino, 55.50. E’ comunque terza dietro a Couch e Batki.

14.02: verticale per la Couch, qualche schizzo di troppo in ingresso. 65.60 punti. Ma è davanti all’azzurra.

13.58: 68.60 per Noemi Batki con il ritornato, che ha curiosamente cambiato serie. Chiuderà con i suoi due tuffi più difficili, verticale e avvitamento. Per il momento è prima.

13.53: 58.50 per la campionessa uscente Prokopchuk. Dopo la prima rotazione Wassen prima. Batki decima.

13.47: 72 punti per la Marino, seconda alle spalle della tedesca Wassen 75.20 per ora.

13.43: inizia la gara della favorita numero uno, la britannica Tonia Couch. Triplo e mezzo avanti da 69 punti, è subito in testa.

13.41: subito in testa la russa Timoshinina, 67.50 con con il triplo e mezzo avanti. Noemi Batki ne prende 60 con lo stesso tuffo.

13.24: 20 atlete, 12 posti per la finale. Noemi Batki è bronzo in carica da 10 metri. A breve l’eliminatoria, l’azzurra salta come quinta.

11.28: alle 13.30 l’eliminatoria da 10 metri di Noemi Batki nei tuffi. Sarà l’unica azzurra oggi in gara.

11.28: il podio: Russia, Italia e Spagna.

11.26: quarta l’Ucraina con 80.4905.

11.22: 89.0902 per la Russia, che si prende l’oro. Spagna dietro all’Italia che è già a medaglia.

11.11: 86.1772 punti! Punteggio di riferimento per l’argento!

11.10: applausi per l’esercizio di Minisini e Flamini sulle note di “Robot boys” di Dubstepic.

11.05: sfilano le quattro coppie al via di questo duo misto tecnico esordiente. Russia, Spagna, Italia e Ucraina. L’élite.

10.51: 95.1900 per la Russia! E’ oro davanti a Ucraina e Italia, come spesso accaduto a questi Europei. Settima medaglia di fila per le azzurre. Tra poco Minisini-Flamini nel duo misto per l’ottava gemma.

10.46: 81.3948 per la Bielorussia. Chiudono ora le russe per l’oro.

10.42: Lolita Ananasova e Anna Voloshyna, ucraine, salgono al comando con 91.7249 punti. Ora Bielorussia e poi Russia. Medaglia ormai quasi certa per l’Italia.

10.36: 75.3894 per la Germania, nona in classifica al momento.

10.32: 71.8647 per le bielorusse. Italia sempre prima in attesa di Russia e Ucraina.

10.27: 74.8458 punti per la Croazia.

10.24: 75.7166 per la Turchia.

10.19: 85.4442 per la Francia, Italia verso il bronzo.

10.14: 70.1499 per il Liechtenstein. Ora la Francia, rivale diretta delle azzurre per il podio.

10.09: 88.3564 per le azzurre! Al momento sono in testa, “vedono” la settima medaglia.

10.02. 80.4751 punti per la Gran Bretagna con Federici-Clark. E ora ci sono le azzurre!

9.59: Serbia al momento sesta con 67.4897 punti.

9.55: 68.2629 per le portoghesi. Si avvicina il momento dell’Italia, tra tre coppie.

9.49: le sorelle austriache Alexandri sono prime con 84.6775.

9.45: Israele terzo, 79.7445.

9.39: 81.6252, svizzere in testa con pochissimo vantaggio sulle ceche.

9.35: 81.5843 per le ceche. Adesso la Svizzera.

9.30: inizia la gara, subito in vasca la Repubblica Ceca, coppia di buon livello.

9.22: la prima gara di giornata sarà il duo tecnico con Linda Cerruti e Costanza Ferro, a caccia del bis dopo il bronzo del libero. Non ci sarà la Spagna, medaglia alla portata! Tantissime le coppie al via, ben 17. Azzurre in vasca come ottave, Ucraina 15esima e Russia che chiuderà il programma.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da: Paolo Maria Sacchi/Ag. Visconti

Lascia un commento

Top