Canoa velocità: tutta la nazionale della Romania positiva al meldonium

Canoa-Romania.jpg

Il mondo della canoa continua ad essere sconvolto da casi doping. Dopo la Bielorussia, pescata in flagrante dalle autorità antidoping francesi (clicca qui per saperne di più), è la volta della Romania. Qualificata alle Olimpiadi di Rio 2016 con otto elementi, la squadra rumena potrebbe perdere il diritto a partecipare alla rassegna a cinque cerchi dopo che l’intera squadra nazionale è risultata positiva al meldonium.

Un brutto colpo, dunque, per lo sport rumeno, che ha sempre ottenuto grandi risultati in questa disciplina, conquistando trentaquattro medaglie nella storia dei Giochi, di cui dieci d’oro. Ivan Patzaichin, quattro volte campione olimpico, è del resto considerato come uno degli sportivi rumeni più grandi di sempre.

Ricordiamo che non si tratta dei primi casi di positività al meldonium riscontrati in Romania: la prima a risultare positiva era stata Elena Mirela Lavric, medagliata di bronzo agli ultimi Campionati Mondiali indoor di atletica leggera con la staffetta 4×400 metri, seguita poi dalla biatleta Eva Tofalvi e dal pugile professionista Lucian Bute, già campione del mondo IBF dei supermedi tra il 2007 ed il 2012.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top