Calcio femminile, Europei U17: Italia-Repubblica Ceca 0-0. Azzurrine poco lucide sotto porta

13100749_250427915345317_8197020276315702057_n.jpg

Termina a reti bianche (0-0) il primo impegno delle Azzurrine di Rita Guarino nei Campionati Europei Under 17 di calcio femminile, in corso di svolgimento in Bielorussia (4-16 maggio), contro la Repubblica Ceca, del gruppo B comprendente anche Spagna e Germania (grande favorite della vigilia).

In un incontro non facile, al cospetto di una nazionale ceca molto forte fisicamente, le ragazze italiane hanno avuto difficoltà nel far valere il loro alto tasso tecnico, non trovando con continuità i varchi per rendersi pericolose. Tuttavia, nelle poche chance che la nostra rappresentativa ha creato, è mancato un pizzico di lucidità come nel caso del palo colpito da Benedetta Glionna, allo scadere del primo tempo, e l’occasione capitata ad Arianna Caruso, eroina della fase elite di qualificazione, nella quale è stata abile l’estremo difensore avversario. Un pareggio che però non vanifica le possibilità di accedere alle semifinali, visto il contemporaneo pari tra spagnole e tedesche (2-2). Una situazione di classifica, nel raggruppamento, che vede tutte e quattro le compagine a quota 1 punto.

GRUPPO B

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Germania Germania 1 1 0 1 0 2 2 0
2. Spagna Spagna 1 1 0 1 0 2 2 0
3. Italia Italia 1 1 0 1 0 0 0 0
4. Rep. Ceca Rep. Ceca 1 1 0 1 0 0 0 0

 

Ricordiamo che si qualificano alla fase ad eliminazione diretta le prime due classificate di ciascuno dei due gironi. In caso di parità di punti tra due o più squadre di uno stesso gruppo, le posizioni in classifica verranno determinate prendendo in considerazione, nell’ordine, i seguenti criteri:

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. se, dopo aver applicato i criteri dall’1 al 3, ci sono squadre ancora in parità di punti, i criteri dall’1 al 3 si riapplicano alle sole squadre in questione. Se continua a persistere la parità, si procede con i criteri dal 5 al 9;
  5. migliore differenza reti;
  6. maggiore numero di reti segnate;
  7. calci di rigore se le due squadre sono a parità di punti al termine dell’ultima giornata;
  8. classifica del fair play;
  9. sorteggio.

“Non siamo riusciti a giocare come al nostro solitoil commento della Guarinoabbiamo trovato molte difficoltà nel primo tempo e questo ha permesso loro di difendere bene gli spazi e costringerci a lanciare lungo. Abbiamo prodotto qualche occasione da gol colpendo un palo e rovesciandoci nella loro area sul finale di partita, a conti fatti la gara l’abbiamo fatta più noi di loro, ma non è bastato per vincere. In classifica siamo tutte appaiate e per la qualificazione è ancora tutto aperto” (fonte FIGC). Prossimo incontro in programma, dunque, contro la fortissima Germania a Zhodino (sabato ore 15:00 italiane) e servirà davvero mettere in campo il 110%.

Prossimi impegni delle Azzurrine

7 maggio – Ore 16:00 (ore 15:00 italiane) ITALIA-Germania (Zhodino)
10 maggio –  Ore 16:00 (ore 15:00 italiane) ITALIA-Spagna (Zhodino)
13 maggio – Semifinali (Zhodino)
16 maggio – Finale 1° e 2° posto (Borisov).

 

RISULTATI E CLASSIFICA GIRONE A

Bielorussia-Serbia 1-5
Inghilterra-Norvegia 3-2

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Serbia Serbia 3 1 1 0 0 5 1 +4
2. Inghilterra Inghilterra 3 1 1 0 0 3 2 +1
3. Norvegia Norvegia 0 1 0 0 1 2 3 -1
4. Bielorussia Bielorussia 0 1 0 0 1 1 5 -4

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo FB Arianna Caruso

Lascia un commento

Top