Calcio femminile, Coppa Italia 2015-2016: Brescia e Verona volano in finale

brescia-calcio-femminile.jpg

Saranno il Brescia di Milena Bertolini ed il Verona di Renato Longega a contendersi la Coppa Italia 2015-2016 il 12 giugno nella finale di Firenze.

Le veronesi hanno avuto la meglio sul Castelfranco 3-1 in trasferta mentre le leonesse si sono imposte nel derby lombardo sul Mozzanica, per 5-1 in terra bergamasca. Partendo dal match in Toscana, le scaligere, come costante nella stagione, si sono presentate alla semifinale non nella formazione tipo per via delle assenze di Melania Gabbiadini, Stephanie Ohrstrom,  Desiré Marconi e Cecilia Salvai. Al Comunale di Castelfranco la squadra di casa, giunta seconda nel campionato di Serie B del girone C, ha giocato ad alto ritmo mettendo in difficoltà le veronesi non apparse in condizioni fisiche eccellenti. Tuttavia il più alto tasso tecnico ha finito per fare la differenza, dando le chiavi dell’incontro alle gialloblu. Dopo un primo tempo equilibrato, l’Agsm forte anche della superiorità numerica per l’esplusione del portiere Rachele Baldi, intensifica la propria azione e proprio sugli sviluppi del calcio di punizione conseguente il rosso dell’estremo difensore citato Federica Di Criscio centra il palo, fallendo di pochi centimetri la realizzazione. L’appuntamento con il goal, tuttavia, è solo rimandato ed è da un atterramento di Valeria Pirone che si origina il penalty trasformato dalla Di Criscio al 72′. Sembra finita ed invece, incredibilmente, arriva il pari del Castelfranco firmato da un’autorete di Claudia Squizzato che insacca nella propria porta al 77′. Il Verona subisce il contraccolpo psicologico e sono ancora le toscana a rendersi pericolose dalle parti di Rachel Harrison. Per fortuna delle scaligere, una grande Pirone toglie, come si suol dire,  le castagne dal fuoco capitalizzando al meglio le chance al 87′ e 91′ qualificando per l’ultimo atto l’Agsm.

Veronesi che dovranno vedersela, come detto con il Brescia, vittorioso (5-1) in Via Aldo Moro. Una prova convincente quella delle rondinelle che, dopo aver vinto lo Scudetto appena una settimana fa, hanno messo in evidenza la propria superiorità in campo, al cospetto delle orobiche, apparse decisamente spente e con poche idee. Vantaggio che arriva dopo appena 12′ di gioco grazie al moto perpetuo della squadra di Bertolini Barbara Bonansea che parte palla al piede dalla trequarti, superando ben 4 avversarie e trafiggendo l’estremo difensore Alessia Gritti. Leonesse che tengono il ritmo alto, raddoppiando con Elisa Mele, su assist di Daniela Sabatino al 16′. Si scuote il Mozzanica ed entra in scena una Chiara Marchitelli (portiere) da urlo prima su Aurora Galli e poi nell’uno contro con Valentina Giacinti. Occasioni fallite che costano caro alle bergamasche che sempre grazie una proiezione offensiva di Bonansea subiscono il tris firmato proprio dall’esterno del Brescia chiudendo i primi 45′ sotto di 3 goal. Nella ripresa, dopo 15′ il Mozzanica resta in 10 per l’espulsione di Elena Linari (doppia ammonizione). Un episodio che incanala definitivamente l’incontro in direzione bresciana comportante altre 2 marcature: Martina Rosucci al 66′ e Sabatino al 83′. Il goal della bandiera per il Mozzanica lo sigla al 88′ Giorgia Pellegrinelli.

SEMIFINALI COPPA ITALIA 2015-2016

Castelfranco – Agsm Verona 1-3
Mozzanica – Brescia 1-5

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: Brescia calcio femminile

Lascia un commento

Top