Calcio, Euro 2016 – Bonucci: “Italia, pochi talenti. Bisogna lavorare. Ventura…”

Leonardo-Bonucci-Calcio-italia-Wikipedia-libera.jpg

Foto da: Wikipedia


Oggi a Coverciano ha parlato Leonardo Bonucci dal ritiro dell’Italia verso gli Europei di calcio. Il difensore della Juventus ha toccato numerosi temi, a partire dal valore della Nazionale che è ancora distante dal top continentale. “Con la Nazionale siamo in seconda o terza fila – si legge su Tmw -. Se abbiamo un ranking basso un motivo c’è. Dobbiamo restare umili, lavorare e vedere quello che riusciremo a ottenere. Dopo il Mondiale del 2006 questo decennio è stato in discesa a livello di talenti. Ce ne sono pochi e, insieme al neo dei risultati negativi nelle amichevoli, abbiamo aggiunto questa mancanza di talenti e di giocatori che potessero rimpiazzare i grandi campioni degli anni passati. Dobbiamo lavorare nella crescita dei giovani italiani. Dobbiamo prendere esempio da altri paesi e iniziare da zero. Dovremo costruire una squadra di esperti con tanti giovani talenti“.

Il valore di una nazionale dipende spesso anche da quello del rispettivo campionato. E, ovviamente, la Serie A al momento paga molto nei confronti di Premier League e Liga: “Secondo me il primo dato che risulta e che dovrebbe accendere un campanello d’allarme è che in tutti i campionati troviamo gli stadi stra pieni mentre in Italia ci sono tanti spazi vuoti – ha aggiunto il centrale -. Lì dovremmo farci delle domande e trovare le soluzioni. Quella di fare impianti privati dalle società sarebbe un buon inizio. Noi come Juventus e poi l’Udinese, dobbiamo essere da esempio per tutti gli altri. Da un punto dobbiamo partire. Questa è la differenza che vediamo quando giochiamo all’estero. Gli stadi sono sempre pieni e ti trasmettono una voglia diversa“.

Passando al campo, il blocco Juventus potrà blindare la difesa e regalare all’Italia un’arma in più: “Siamo pronti per metterci a disposizione del ct e dei nuovi compagni. Siamo un gruppo di grandi uomini oltre che di grandi calciatori. Il nostro obiettivo è quello di continuare a lavorare al meglio. Metteremo la nostra mentalità a servizio della squadra aiutando il ct che lo trasmette ampiamente. Vogliamo continuare a sognare come abbiamo fatto con la Juve“.

Infine, Bonucci ha parlato anche del possibile annuncio di Giampiero Ventura come prossimo tecnico azzurro. Il Torino ha annunciato questa mattina Sinisa Mihajlovic e l’ormai ex allenatore granata vola verso la Nazionale, nonostante i dubbi di una parte della Figc e un comunicato federale che parla di “valutazioni approfondite” ancora in corso. I due fecero parte dell’ultimo Bari in Serie A. “Oltre ad averlo incontrato devo dire grazie a Ventura perché ho giocato 38 partite su 38 sotto la sua guida – ha concluso -. Ha avuto il coraggio di buttarmi nella mischia insieme a Ranocchia. Non posso che dire che se dovesse essere lui il prossimo ct porterebbe un’idea ben precisa di gioco ed è quello che serve a noi. La qualità non è il nostro miglior pregio e dunque dovremo ripartire dalla tattica e lui ha un’idea veramente forte da questo punto di vista“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

Lascia un commento

Top