Boxe femminile, Mondiali 2016: vittoria sofferta per Alessia Mesiano

Boxe-Alessia-Mesiano-FB.jpg

Quarta giornata ad Astana, capitale del Kazakistan, per i Campionati Mondiali di boxe femminile 2016, prova valida anche come ultima chance qualificativa per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro per le tre categorie facenti parte del programma a cinque cerchi.

Nel primo match della sessione serale, a salire sul ring è stata la laziale Alessia Mesiano. Bronzo mondiale due anni fa, la ventiquattrenne di Latina, accreditata della testa di serie numero uno del tabellone, ha combattuto contro lo statunitense Stalacia Leggett, considerata come una delle grandi speranze della boxe d’oltreoceano, per la categoria 57 kg. Il verdetto ha effettivamente dato ragione alla rappresentante italiana, che ha dunque mantenuto il rango di leader del seeding, ma l’incontro è risultato decisamente equilibrato: alla fine, infatti, tutti i giudici hanno asseganto un punteggio di 38-38, ma hanno concordato nell’assegnare la preferenza a Mesiano, che si è così imposta per 3-0.

Al prossimo turno, l’azzurra troverà la russa Viktoriia Kuleshova, che nel match successivo rispetto a quello tra Mesiano e Leggett ha perso la prima ripresa ma si è imposta in rimonta sull’australiana Anja Stridsman (39-37 per tutti i giudici).

La prima azzurra a salire sul ring quest’oggi era stata la trevigiana Flavia Severin, che ha combattuto contro la statunitense Franchon Crews, classe 1987, ed otto volte campionessa nazionale a stelle e strisce, venendo sconfitta ai punti con verdetto unanime da parte dei giudici. Ricordiamo che per quest’oggi era previsto anche il secondo match di Diletta Cipollone (54 kg), che però non si presenterà contro la francese Delphine Mancini a causa dell’infortunio alla mano subito nell’incontro del primo turno, che nonostante tutto aveva vinto senza grossi problemi.

Nella giornata di domani esordirà nel torneo Valentina Alberti, impegnata nella categoria 64 kg, della quale è la testa di serie numero uno, contro la kazaka Zarina Tsoloyeva. Torneranno sul ring per un secondo incontro, invece, Valeria Calabrese (48 kg), contro la cinese Wang Yuyan, e soprattutto Marzia Davide (51 kg), che continuerà il suo percorso verso la qualificazione olimpica con un match contro la tedesca Azize Nimani.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Alessia Mesiano (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top