Basket, Serie A Playoff 2016: Milano reagisce e sbanca Venezia, ora la serie è sul 2-2

basket-cinciarini-olimpia-milano-fb-olimpia-milano.jpg

Nel momento più difficile della sua stagione, l’Olimpia Milano riesce a reagire, vincendo gara 4 a Venezia 88-80. Il pareggio nella serie per l’EA7 arriva nella partita più equilibrata di quelle finora disputate, riuscendo a gestire il comando del match fin dal primo quarto e i tentativi di rimonta di una Reyer che non ha mai mollato fino all’ultimo secondo.

Prova monumentale di Krunoslav Simon, miglior marcatore della serata con 25 punti, ma le facce della vittoria milanese sono anche quella di Alessandro Gentile, che sbaglia tutto per trenta minuti e poi segna tutti i suoi undici punti nell’ultimo quarto, e quella di Jamel McLean, fondamentale nel finale con i liberi e i rimbalzi offensivi per la vittoria dell’Olimpia. Venezia ha un buon contributo da Bramos (14 punti) e non bastano nemmeno i 26 della coppia Pargo/Green.

Inizio partita da incubo per i due attacchi: dopo sette minuti Venezia è 2/11 dal campo, mentre Milano è 3/13. Poi le triple di Kalnietis e Sanders costruiscono un primo allungo milanese (17-8), ma ci pensa Pargo a riportare sotto Venezia alla prima sirena (21-17). Il secondo quarto si apre con Krubally che fa la voce grossa sotto il tabellone milanese, ma una pazzesca tripla di tabella di Cerella riporta sul +6 Milano. Otto punti filati di Simon rilanciano nuovamente l’Olimpia, ma la Reyer con Ejim e Green va all’intervallo sotto di tre (39-36)

Al rientro dagli spogliatoi diventa una gara da tre punti tra Simon e Bramos, ma è il croato ad avere l’ultima parola e Milano torna sul +6. Si resta sempre sul filo dei due possessi di vantaggio per l’Olimpia, che si affida a McLean nel finale di quarto, prima di cinque punti filati di Jackson che valgono il -3 prima dell’ultima sirena (61-58). Si torna in campo e dopo il canestro milanese arriva subito la tripla di Ejim (63-61). Si accende a quel punto Alessandro Gentile, che con otto punti di fila costruisce l’allungo milanese, finalizzato poi dai liberi di Simon (75-65). Venezia ha ancora energia per rientrare e la tripla di Bramos a 43 secondi dalla fine vale il -4 (84-80). Nel finale c’è tempo per due palle perse sanguinose da entrambe le parti, prima che i liberi di Simon e Gentile mettano fine alla questione.

UMANA REYER VENEZIA – EMPORIO ARMANI MILANO 80-88 (17-21; 19-18; 22-22; 22-27)

Venezia: Pargo 13, Ejim 9, Bramos 14, Tonut 4, Jackson 5, Krubally 8, Green 13, Ruzzier, Antelli, Ress, Ortner 6, Viggiano 8

Milano: McLean 9, Lafayette 4, Gentile 11, Cerella 7, Kalnietis 9, Macvan 9, Pena, Magro, Cinciarini, Sanders 8 Simon 25, Batista 6

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Foto di pagina FB dell’Olimpia Milano

Lascia un commento

Top