Atletica: il cubano Massò a 16 anni vola a 8,28 nel lungo!

Maykel-Massò.jpg

Una sensazionale misura nel salto in lungo è stata timbrata da Maykel Massò, ragazzo cubano di 16 anni appena compiuti, che ha stabilito il record del mondo allievi con 8,28 (+1,9) nel corso del memorial Barrientos a L’Havana.

Il caraibico, nel “giorno più felice della sua vita” ha allungato di 4 cm. il precedente primato del connazionale Luiz Alberto Bueno, stabilito 30 anni fa.

Con questa prestazione Massò si è aggiudicato la convocazione per i Giochi Olimpici per espressa dichiarazione di Luis Alberto Juantorena, “deus ex machina” della federazione cubana di atletica.

E’ chiaro che siamo in presenza di un gioiellino dalle enormi potenzialità, ma definirlo, come alcuni già fanno, il “nuovo Pedroso” è ingiusto prima di tutto nei suoi confronti, in quanto bisogna lasciarlo maturare con calma e senza pressioni, pur se il grande olimpionico suo connazionale è la fonte di ispirazione dello stesso Massò.

La scuola cubana in lungo e triplo è storicamente tra le migliori, come intreccio tra tecnica e velocità, per cui rappresenta una garanzia; nonostante ciò lo stesso ex detentore della migliore prestazioni Bueno e il triplista Lazaro Martinez, che a sua volta vanta un 17,29 alla stessa età, non si sono più ripetuti ad alto livello, anche se per il secondo c’è ancora tutta la carriera da percorrere.

Tuttavia stampare 8,28 ad una età così giovane vuol dire avere la materia prima per scalare le gerarchie mondiali coi dovuti tempi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Foto: Alma Mater Cuba Twitter

Lascia un commento

Top