Atletica, Golden Gala 2016: un vero antipasto olimpico a Roma, quanti campioni!

Bondarenko-2.jpg

Il Golden Gala di Roma 2016, inserito all’interno del circuito della Diamond League, sarà un appuntamento ricchissimo di stelle, come da tradizione. 

Una delle gare più attese per il pubblico italiano sarà certamente quella del salto in alto maschile, con Gianmarco Tamberi che dovrà vedersela con il fuoriclasse ucraino Bohdan Bondarenko e con il talentuoso qatarino Mutaz Essa Barshim, due atleti che in carriera hanno già superato la fatidica soglia dei 2.40 metri.

Altro appuntamento imperdibile, sarà quello con i 100 metri: quest’anno non sarà presente Usain Bolt, ma il favorito della gara più veloce sarà il discusso statunitense Justin Gatlin, che sfrutterà la competizione capitolina per lanciare un messaggio a distanza proprio al giamaicano.

Nelle gare più lunghe, potremo ammirare il fuoriclasse keniota dei 3.000 metri siepi, Ezekiel Kemboi, quattro volte campione mondiale e due volte medagliato d’oro olimpico, e la sudafricana Caster Semenya, che sembra finalmente essere tornata sui livelli che le competono nella gara del doppio giro di pista, gli 800 metri. A proposito di Sudafrica, a Roma sarà presente anche il campione iridato dei 400 metri, Wayde Van Niekerk, atleta che quest’anno si è fatto notare anche per le sue prestazioni sulle distanze più brevi.

I motivi d’interesse verranno anche dalle pedane dei lanci: dal tedesco Robert Harting, grande protagonista del disco, alla veterana ceca del giavellotto Barbora Špotáková, senza dimenticare la prova del getto del peso femminile, dove la neozelandese Valerie Adams vorrà dimostrare di essere ancora la numero uno del mondo dopo i problemi fisici che l’hanno costretta a ricominciare quasi da zero.

Infine, i salti: detto dell’alto maschile, nel settore femminile saranno in gara la numero uno del triplo femminile, la colombiana Caterine Ibargüen, già capace di superare i quindici metri in stagione, affiancata dalla campionessa olimpica della specialità, la kazaka Olga Rypakova, e la campionessa iridata cubana dell’asta, Yarisley Silva.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top