Atletica, Diamond League Shanghai 2016: che parata di stelle in Cina!

Atletica-David-Rudisha.jpg

David Rudisha


Sarà il giorno di alcuni grandi debutti stagionali, quello di domani, sabato 14 maggio, a Shanghai, per la seconda tappa della Diamond League 2016. Dopo il meeting di Doha, che ha prodotto ottimi risultati, nella capitale industriale cinese sono attese prestazioni ancor più eclatanti, data la presenza di molti atleti di livello assoluto.

Per diversi di essi sarà l’occasione del primo confronto probante, nella stagione che porta dritti alle Olimpiadi di Rio in agosto. Ad esempio il francese Renaud Lavillenie sarà al via nel salto con l’asta; il recordman di vittorie in Diamond League sarà sfidato principalmente dal canadese Shawn Barber, già a 5,91 quest’anno e iridato a Pechino.

In Cina vi sarà anche la disciplina regina della velocità, i 100 metri, senza Usain Bolt, ma con Justin Gatlin da tenere d’occhio, contro il connazionale Michael Rodgers e Femi Ogunode del Qatar che, recentemente, è sceso a 9”91.

Un altro grandissimo campione all’esordio è David Rudisha nel doppio giro di pista; il keniano dovrà testare la propria condizione nell’ottica di difendere il suo titolo olimpico, conquistato a Londra con il record del mondo, in una prova dominata dal primo metro. A contendergli il successo di tappa saranno soprattutto lo statunitense Nick Symmonds e il britannico Michael Rimmer.

L’impressionante giamaicano Omar McLeod, già trionfatore a Doha, nei 110hs tenterà di scendere nuovamente sotto i 13”, opposto al trio USA formato da Aries Merritt, che però appare lontano dalla miglior forma, David Oliver e Jason Richardson.

Detto del debutto di Jeff Henderson nel lungo, sfidato dalla rivelazione sudafricana Rushwal Samaai atterrato a 8,34 nel 2016, si assisterà a contese incerte in peso, 400hs e 5000 metri.

In campo femminile, il cast appare leggermente inferiore, seppur vadano registrati i debutti dell’imbattibile croata Sandra Perkovic nel disco e di Tianna Bartoletta, statunitense, nel salto in lungo, dove non avrà vita facile, data la presenza, tra le altre, della serba Ivana Spanovic e della britannica Lorraine Ugen.

Nei 400 metri si attende una super bahamense Shaunae Miller alle prese con la barriera dei 50”, da sfondare nuovamente, mentre sulla metà distanza la giamaicana Veronica Campbell se la vedrà con l’ivoriana Murielle Ahourè, dopo il meno 10” fatto segnare da entrambe nei 100 metri di Doha.

Il mezzofondo sarà imperniato sulle gare dei 1500, con l’usuale lotta Etiopia-Kenya, e dei 3000 siepi, laddove Sofia Assefa e Biwot Ayalew, entrambi etiopi, appaiono in grado di dar vita ad una lotta intestina sotto i 9’15”.

Nessun atleta azzurro sarà presente a questa riunione, che verrà diffusa in diretta domani su FoxSports HD a partire dalle ore 13.00.

QUI PROGRAMMA ED ISCRITTI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Lascia un commento

Top