Atletica, Diamond League Eugene: Alessia Trost a caccia di risultati nella festa a stelle e strisce

Justin-Gatlin-Atletica-Pagina-FB-Gatlin.jpg

Dopo il meeting di Rabat con il suo forte vento, la Diamond League riprende questa sera la sua stagione negli Stati Uniti, e più precisamente a Eugene, la “capitale” dell’atletica americana. Come al solito, è prevista una vera e propria parata di stelle, che renderà molto avvincente la competizione. Andiamo dunque ad analizzare le gare ed i principali protagonisti del fine settimana.

UOMINI

Getto del peso: la gara migliore dal punto di vista dei partecipanti. I tre statunitensi Jordan Clarke, Joe Kovacs e Kurt Roberts saranno infatti ostacolati dal giamaicano O’Dayne Richards e dal neozelandese Tom Walsh, per delle misure che potrebbero superare anche i 22 metri.

10.000 metri: c’è la stella Mo Farah, atteso dal pubblico e grande favorito della vigilia. Il britannico dovrà però difendersi dai keniani, in particolar modo a Stephen Sambu.

Salto triplo: assente il cubano Pablo Pichardo, la vittoria se la contenderanno lo statunitense Christian Taylor ed il sorprendente cinese Bin Dong, con il francese Teddy Tamgho possibile outsider.

Salto con l’asta: non avrà vita facile il campionissimo francese Renaud Lavillenie, poichè sono previste le presenze dell’iridato Shawn Barber e dell’idolo di casa Sam Kendriks, per una gara che si preannuncia molto entusiasmante.

400 ostacoli: c’è il keniano campione del mondo Nicholas Bett. ma occhio allo statunitense Bershawn Jackson, intenzionato a ben figurare davanti al pubblico amico.

800 metri: altra gara di altissimo livello, con la partecipazione del bosniaco Amel Tuka, del botswano Nijel Amos, dell’etiope Mohammed Aman, del cubano Wesley Vazquez e del keniano Timothy Kitum.

Lancio del giavellotto: dopo aver realizzato il primato mondiale stagionale, il tedesco Thomas Rohrel è atteso dallo scontro più importante, ovvero quello contro il keniano Julius Yego, iridato a Pechino e autore di prove eccezionali nel 2015.

100 metri: Justin Gatlin lancia la sfida a Usain Bolt per le Olimpiadi, e nella sua Eugene cerca riscontri cronometrici importanti in ottica Rio. Tra coloro che potranno impensierire l’atleta americano spicca il qatariota Femi Ogunode, capace di realizzare già 9.91 in stagione.

DONNE

Salto in lungo: la favorita è la padrona di casa Tianna Bartoletta, che dopo l’exploit dell’anno scorso, cerca la vittoria nel meeting casalingo. Attenzione però anche alla serba Ivana Spanovic, capace di saltare 6.95 in stagione.

Lancio del disco: la croata Sandra Perkovic sembra dominare anche questa stagione con un primato di 70.88, unica atleta a superare i 70 metri. A contenderle il diamante saranno però le tedesche Nadine Muller, Shanice Craft e soprattutto Julia Fischer, autrici di buone prove nelle ultime uscite.

Salto in alto: la gara di Alessia Trost. La friulana è attesa da una prova importante, e cercherà di ottenere buone indicazioni alla vigilia dell’estate olimpica. Sarà inoltre l’ennesimo scontro diretto contro la spagnola Ruth Beitia, rivale dell’azzurra anche in vista Rio.

200 metri: dopo la vittoria casalinga di Hengelo, Dafne Schippers non vuole fermarsi più, e a Eugene proverà nuovamente a stupire il pubblico nel mezzo giro con tempi da record.

Foto: pagina Facebook Justin Gatlin

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top