Atletica, Diamond League 2016: Kovacs oltre i 22 metri, Lingua quinto nella gara di Fajdek

Atletica-Joe-Kovacs-IAAF.jpg

La tappa statunitense di Eugene, quarto appuntamento con la Diamond League 2016, entrerà nel vivo questa sera, ma nella notte italiana hanno già avuto luogo le prime gare sulla pista dell’Oregon.

SALTO IN LUNGO FEMMINILE – Vittoria per la padrona di casa Brittney Reese, che con 6.92 metri stabilisce il suo nuovo season best. Favorita della prova, la due volte medagliata di bronzo Ivana Španović (Serbia) ha chiuso seconda con 6.88 metri, mentre il podio è stato completato dalla britannica Lorraine Ugen (6.76 m), anche lei al season best.

LANCIO DEL DISCO FEMMINILE – Dominatrice della disciplina, la croata Sandra Perković si è accontentata di vincere con 68.57 metri, battendo così la tedesca Nadine Müller (63.69 metri) e la francese Mélina Robert-Michon (63.69 m), entrambe al season best.

GETTO DEL PESO MASCHILE – Seconda vittoria statunitense della serata grazie a Joe Kovacs. Il ventiseienne campione mondiale in carica ha realizzato una delle migliori prestazioni della serata, con un getto a 22.13 metri, migliorando nettamente la sua vecchia miglior prestazione mondiale stagione (21-47 m) e battendo nettamente il neozelandese Tom Walsh (20.84 m) e l’altro padrone di casa Reese Hoffa (20.58 m).

LANCIO DEL MARTELLO MASCHILE – Prova non valida per la Diamond League, il martello maschile ha visto la vittoria del numero uno della stagione, il polacco Paweł Fajdek, unico capace di andare oltre gli ottanta metri (80.28 m). Completano il podio il tagiko Dilshod Nazarov (78.12 m) e l’altro polacco Wojciech Nowicki (75.38 m). Marco Lingua ha ottenuto la quinta posizione con 75.01 metri all’attivo.

5.000 METRI FEMMINILI – Dominio del Kenya in questa gara non facente parte del programma della corsa al diamante. Con il tempo di 14’32″02, Hellen Obiri ha infatti preceduto Viola Jelagat Kibiwot (14’35″13) e Vivian Jepkemoi Cheruiyot (14’35″69).

10.000 METRI MASCHILI – Mohamed Farah è sempre il dominatore della distanza più lunga della pista, anche questa non compresa nel programma della Diamond League. Il campione olimpico britannico si è imposto in 26’53″71, precedendo il keniota William Malel Sitonik (26’54″66) e l’etiope Tamirat Tola (26’57″33).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IAAF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top