Atletica: Bolt e Lavillenie trionfano ad Ostrava, buone prove degli azzurri Crippa e Magnani, delude Malavisi

usain-bolt-pagina-facebook.jpg

Si è svolta questo pomeriggio ad Ostrava (Repubblica Ceca) la 55esima edizione della Golden Spike, meeting di atletica leggera tra i più importanti del mese di maggio. Tanti i protagonisti annunciati, tra i quali spiccano il giamaicano Usain Bolt, il francese Renaud Lavillenie e lo statunitense Ashton Eaton. Andiamo dunque ad analizzare tutti i risultati di giornata.

UOMINI

100 metri: il pubblico lo invoca e lui non delude. Usain Bolt apre la stagione vincendo la gara in 9.98, non esattamente un tempo eccellente, ma quanto basta per portarsi a casa il successo davanti al barbadiano Ramon Gittens (10.21) e all’iraniano Hassan Taftian (10.25).

400 ostacoli: vittoria del sudafricano LJ Van Zyl, che regola tutti con il personale stagionale di 48″56. Secondo posto per lo statunitense Johnny Dutch con il tempo di 49″01, esattamente mezzo secondo in meno del polacco Patryk Dobek, primo europeo.

Salto con l’asta: affermazione del campionissimo francese Renaud Lavillenie, vittorioso con la misura di 5.83. Dietro l’olimpionico troviamo il campione del mondo, il canadese Shaw Barber, che però non va oltre i 5.70. Terzo posto per lo sloveno Robert Renner a 5.63.

Getto del peso: strepitoso Konrad Bukowiecki, vincitore della prova con un sontuoso 21.01. Una misura incredibile per il polacco, che vale il primato nazionale. Si tratta di una doppietta nazionale, poichè il secondo posto è il 20.84 di Tomasz Majewski, seguito dal 20.32 del rumeno Andrei Toader.

200 metri: è l’inglese James Ellington a far la parte del leone, vincendo la sfida al photo-finish con il tempo di 20.35, appena un centesimo in meno del greco Likourgos Tsakonas. Terzo lo statunitense Artur Delaney con 20.49.

Lancio del giavellotto: cade a sorpresa il keniano Julius Yego, che si ferma alla misura di 81.10 e chiude quinto, nella gara vinta dal tedesco Thomas Rohler con 87.37 (primato mondiale stagionale). Secondo posto per l’egiziano Ihab Abdelrahman, autore di un buon 84.85.

400 metri: nuova vittoria giamaicana, questa volta con Javon Francis, vincitore in 44″87, davanti allo statunitense Tony McQuay (45.17) ed al ceco Pavel Maslak (45.46).

1500 metri: ottima prova dell’azzurro Yeman Crippa, che si piazza all’ottavo posto con il nuovo primato personale di 3’38″95, nella gara vinta dal ceco Filip Sasinek con 3’36″32; per il lombardo un miglioramento di 4 secondi e mezzo!

DONNE:

Salto con l’asta: delude fortemente Sonia Malavisi, che esce a quota 4.20, senza quindi registrare alcuna misura. Trionfa invece la ceca Jirina Ptacnikova, capace di volare a quota 4.60, stessa misura (ma con meno tentativi) della campionessa mondiale Yarisley Silva, seconda.

400 metri: domina la giamaicana Christine Day in 51″09, seguita dalla canadese Carline Muir in 51″84 e dalla statunitense Jessica Beard in 51″88.

1500 metri: primato personale per la tedesca Kostanze Klosterhalfen, che si porta a casa la vittoria con il tempo di 4’06″91. Seconda posizione per la slovacca Klocova Hrivnak (4’07″96), mentre chiude il podio la polacca Danuta Urbanik (4’08″05). Ottimo quarto posto invece per Margherita Magnani, che chiude la prova in 4’08″72.

400 ostacoli: è la polacca Joanna Linkiewicz a terminare il giro in prima posizione, fermando il cronometro dopo 55″40, seguita dalla giamaicana Kelise Spencer in 55″43 e dalla ceca Zuzana Hejnova in 55″69.

Foto: pagina Facebook Usain Bolt

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top