Atletica: ad Ostrava tutto pronto per l’esordio di Bolt, Malavisi vuole confermarsi nell’asta

Bolt-dubbioso.png

Venerdì 20 maggio è in programma la 55a edizione dello Zlatà Tretra (Golden Spike), meeting di Ostrava, che vedrà il debutto europeo di Usain Bolt, dopo il 10”06 di apertura domenica scorsa alle isole Cayman.

Il giamaicano ha promesso un tempo di valore sui 100 metri, se il maltempo non dovesse imperversare sullo stadio Vitkovice; la starting list non presenta rivali in grado di impensierirlo, il più accreditato è l’ivoriano Wilfried Koffi, atleta da 10”01 in stagione.

Desta curiosità la partenza nella gara regina della superstar mondiale del decathlon Ashton Eaton, che vorrà stupire con un tempo di rilievo, anche se l’attesa è tutta per un meno 10” di Bolt, alla sua ottava presenza nella città ceca.

Non ci sarà solo il più grande velocista di sempre nella riunione di Ostrava; tra le altre, spiccheranno le gare dell’asta, dove Renaud Lavillenie tenterà di superare di nuovo i 6 metri, dopo la sconfitta ad opera di Sam Kendricks a Shanghai. A sfidarlo il canadese Shawn Barber e l’atleta di casa Jan Kudlicka.

In campo femminile si annuncia un grande duello tra la cubana Yarisley Silva e la vice campionessa del mondo Sandi Morris, americana da 4,95 indoor quest’anno; la nostra Sonia Malavisi cercherà una conferma dopo il bel 4,50 di Castiglione della Pescaia.

La Repubblica Ceca schiererà le proprie migliori pedine, tra cui Zuzana Hejnova nei 400 hs e Pavel Maslak sul giro di pista.

Detto di Alfred Yego campione olimpico del giavellotto che se la vedrà con l’egiziano Ihab Abderahman e di una prova di peso uomini di elevato interesse, vanno menzionati gli altri due azzurri al via, ovvero Yemaneberhan Crippa nei 1500 e ,sulla stessa distanza, in campo femminile, Margherita Magnani alla ricerca del minimo olimpico.

Il meeting sarà trasmesso in diretta da Fox Sports HD, domani a partire dalle 17.20.

Nel frattempo, nelle gare odierne, vi sono da registrare le due migliori prestazioni mondiali nel lancio del martello, con doppio trionfo polacco; in campo maschile Pawel Fajdek ha messo a segno un significativo 80,66 (8° Marco Lingua con 74,88) mentre tra le donne l’iridata Anita Wlodarczyk ha raggiunto la misura di 78,54.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Lascia un commento

Top