Volley, SuperLega – Playoff Scudetto: Modena, espugnare Trento per la Finale! Campioni d’Italia per gara5

Modena-Coppa-italia-Volley-Pier-Colombo-2.jpg

Oggi pomeriggio (ore 19.15) tutti in campo per la gara4 della semifinale scudetto tra Trento e Modena. I canarini conducono la serie per 2-1 ma devono espugnare la fornace dolomitica per agguantare la seconda finale consecutiva dopo quella persa lo scorso. Al contrario i Campioni d’Italia, capaci giovedì sera di espugnare il PalaPanini, sono obbligati a vincere per guadagnarsi la decisiva gara5.

Crocevia fondamentale dell’intera stagione, si decide chi potrà sfidare Perugia nell’atto conclusivo che a partire da domenica prossima assegnerà il tricolore (si tratterà comunque di un’inedita Finale Scudetto).

Modena ha trionfato al PalaTrento in gara2 ma questa volta i gialloblu non vorranno prestare nuovamente il fianco agli emiliani, a caccia di riscatto dopo la netta sconfitta di gara3 quando avevano l’occasione di chiudere i conti davanti al proprio pubblico.

 

Si torna a giocare dopo i fattacci di giovedì sera, la rissa sfiorata sottorete tra Bruninho e Kaziyski, gli oggetti lanciati in campo dalla tifoseria locale, gli sputi rivolti al giocatore bulgaro. Una brutta pagina di volley che si spera di dimenticare rapidamente.

Si era parlato di un ritorno di Matey in Giappone per disputare una Coppa locale ma lo schiacciatore dovrebbe essere ancora a disposizione di coach Stoytchev fino al termine di questa serie. Non sarà in campo nel suolo ruolo naturale ma vestirà ancora i panni dell’opposto visto che Mitar Djuric sarà recuperato solo per la panchina.

Tutti attendono il pieno recupero di capitan Filippo Lanza, ma la diagonale di banda dovrebbe essere formata da Oleg Antonov e Tine Urnaut. Massimo Colaci il libero, al centro Sebastian Solé con Van De Voorde. Simone Giannelli in cabina di regia pronto a una nuova partita da campione.

Dall’altra parte della rete Earvin Ngapeth dovrà riscattarsi dopo l’opaca prova di gara3, trascinando la sua formazione che senza le bombe dello schiacciatore transalpino si era affidata in toto agli attacchi di Luca Vettori e alle invenzioni di Bruninho, bravo anche a chiamare in causa il centrale Lucas affiancato da Bossi al centro. Petric potrebbe essere definitivamente recuperato.

Cuore, tecnica, abitudine a certi match di Trento che vuole la terza finale stagionale dopo quelle perse in Coppa Italia e in Champions League. Grandi attacchi di Modena, che punta molto sul servizio e sul cambio palla, sulla carta leggermente favorita ma gli uomini di Lorenzetti devono fare i conti con la testa e i nervi saldi degli avversari.

 

È il remake della Finale Scudetto 2015 vinta da Trento, l’ennesima replica stagionale dopo la Supercoppa e la Finale di Coppa Italia conquistata da Modena, oltre ai due match di regular season e alle precedenti tre partite di questa semifinale. In palio anche un posto nella prossima Champions League a cui potrà partecipare solo la squadra vincitrice di questa serie mentre la perdente dovrà accontentarsi della CEV Cup.

 

Lascia un commento

Top