Volley, SuperLega – Finale Scudetto – Modena favorita: i Canarini ai raggi X, tra numeri e sestetto

Vettori-Modena-Pier-Colombo.jpg

Domani inizierà la Finale Scudetto 2015/2016 di volley maschile. Serie conclusiva al meglio delle 5 sfide, Modena e Perugia sono pronte alla sfida che incoronerà i nuovi Campioni d’Italia. Conosciamo meglio gli emiliani, analizzando la squadra di Angelo Lorenzetti ai raggi X.

 

FINALI SCUDETTO – Modena è alla 14esima Finale Scudetto della sua storia. Ne ha vinte 7 e perse 6. Il PalaPanini festeggiò il primo scudetto in epoca playoff nel 1986 contro Bologna, primo titolo di un poker leggendario (le successive tre finali furono vinte sempre contro la Maxicono Parma). Gli altri tre tricolori arrivarono sempre sconfiggendo la Sisley Treviso nel 1995, 1997 e 2002, l’ultimo degli undici scudetti conquistati da Modena (gli altri quattro arrivarono in campionati che non prevedevano la disputa dei playoff). Ultima Finale persa nel 2015 contro Trento.

SCUDETTI – Modena ha vinto 11 scudetti: 1970, 1972, 1974, 1976, 1986, 1987, 1988, 1989, 1995, 1997, 2002. È la società più titolata in Italia.

 

IN REGULAR SEASON Modena ha concluso la regular season al secondo posto alle spalle di Civitanova. Campioni d’Inverno, nel girone di ritorno hanno pagato gli infortuni e un momento di crisi coinciso con il post vittoria in Coppa Italia: i ko contro Trento e Lube hanno costretto i canarini ad accontentarsi della seconda piazza.

CAMMINO PLAYOFF – Modena ha faticato nei quarti di finale contro la pimpante Padova, capace di vincere gara2 in casa. I canarini hanno poi chiuso i conti espugnando la Kione Arena e regalandosi così la semifinale contro Trento, remake dell’atto conclusivo che assegnò il tricolore nella passata stagione. Gli emiliani sono schizzati subito sul 2-0, hanno poi perso al PalaPanini prima di espugnare il palazzetto dei Campioni d’Italia in carica, regalandosi così la seconda Finale Scudetto consecutiva.

PRECEDENTI CONTRO PERUGIA – Modena ha affrontato Perugia nove volte: otto sfide di regular season nella ultime quattro stagioni di campionato e la semifinale della Coppa Italia 2015. I canarini si sono imposte per cinque volte: le due del campionato 2015/2016 (3-1 e 3-2) e nella Final Four di Milano. Modena non ha mai perso negli ultimi cinque confronti, imbattuta in casa dal 19 gennaio 2014.

 

SESTETTO TITOLARE – Bruninho in cabina di regia con Luca Vettori opposto, protagonista assoluto di questa stagione. Earvin Ngapeth il più temibile terminale offensivo affiancato di banda da Nemanja Petric, ormai definitivamente recuperato e unico ex della partita. Al centro il fenomeno Lucas Saatkamp, in coppia con Elia Bossi che rimpiazza l’infortunato Matteo Piani. Salvatore Rossini il libero.

TIPOLOGIA DI GIOCO –  Il sistema di gioco di Modena punta su un gioco molto offensivo, concentrato su una potenza di fuoco che unisce le bordate di Ngapeth ai tocchi di Vettori. Fortissimi al servizio, abili nel cambio palla mentre a muro potrebbero pagare dazio contro Perugia, anche se Lucas è un terminale offensivo di primissimo ordine. Non mollano mai, riescono a mettersi in luce anche sotto pressione, ribaltando situazioni particolarmente avverse.

COACH – Angelo Lorenzetti è alla sua sesta finale. È stato lui l’artefice dell’ultimo scudetto a Modena, nel 2002 sconfiggendo Treviso. Nel 2009 ha conquistato il suo secondo tricolore alla guida di Piacenza. Lo scorso anno ha trascinato i canarini alla serie finale per il titolo persa contro Trento.

 

Lascia un commento

Top