Volley, Champions League femminile – Il VakifBank di Guidetti è la prima finalista. Strapazzato il Fenerbahce di Bosetti/Abbondanza

12970112_10207636934674691_1238724378_o.jpg

Il VakifBank Istanbul è la prima finalista della Champions League 2015/2016 di volley femminile. Al PalaGeorge di Montichiari, dove si disputa la Final Four, lo squadrone guidato da coach Guidetti ha stravinto l’attesissimo derby turco contro il Fenerbahce, strapazzato con un netto 3-0 (25-23; 25-22; 25-22).

Il VakifBank disputerà così la sesta finale della sua storia dopo quelle vinte nel 2011 e 2013 e quelle perse nel 1998, 1999 e 2014. Domani pomeriggio sfiderà la vincente dell’altra semifinale tra le padrone di casa della Pomì Casalmaggiore e la Dinamo Kazan di Antonella Del Core.

 

La formazione di coach Abbondanza ha sprecato in due momenti chiave dell’incontro: si è trovato avanti 17-13 nel primo set e 17-11 nel secondo parziale ma in entrambi i casi si è fatto rimontare. Alla lunga è saltato fuori il maggior tasso tecnico del VakifBank.

Gestione sbagliata di Skorupa che per i primi due set ha servito esclusivamente Mihajlovic (autrice comunque di 19 punti), trascurando la stella Kim (14 marcature, nei primi due set le sono arrivati solo 16 palloni!). Male ancora una volta Lucia Bosetti (7 punti, 5 errori in ricezione, 20% in fase offensiva) che non ha avuto modo di riscattarsi dopo la mancata convocazione in Nazionale, aspetto che l’ha addirittura fatta sentire sollevata.

A fare la differenza Kimberly Hill che, entrata dalla panchina, ha piazzato 14 punti (56% in attacco) decisivi ai fini della vittoria al pari delle prestazioni di Sloetjes (13) e Rasic (10), servite da una superlativa Aydemir. Grazie alle sue ragazze, Giovanni Guidetti andrà a caccia della terza Champions League della carriera con lo stesso club.

 

(foto Roberto Muliere)

Lascia un commento

Top