Tuffi, Assoluti Bolzano 2016: Giovanni Tocci si conferma campione italiano da 3 metri

Giovanni-Tocci-tuffi-foto-rostock-2015-Maik-Steinhagen.jpg

L’Italtuffi piace. A Bolzano si aprono gli Assoluti indoor e fioccano subito gli applausi per i tanti azzurri al via. La gara “madre” di giornata è quella dei 3 metri maschili, che premia per la seconda volta consecutiva Giovanni Tocci, cosentino classe 1994 qualificato alle Olimpiadi di Rio 2016 nel sincro con Andrea Chiarabini. Una finale equilibrata, non senza errori ma illuminata anche dai 9 del calabrese nel triplo e mezzo avanti carpiato (83.70 il parziale), addirittura da un 9.5 nel suo triplo e mezzo ritornato raggruppato conclusivo (86.70) e da un ottimo triplo e mezzo rovesciato raggruppato del romano (78.75).

Tocci vince a quota 423.30 (ne aveva ottenuti 439.16 a Trieste a inizio marzo), al secondo posto c’è Michele Benedetti – l’altro italiano che parteciperà ai Giochi in questa specialità – con 412.90 e una solida prestazione d’esperienza e terzo c’è Andrea Chiarabini (399.35 con 68 punti nel doppio e mezzo avanti con due avvitamenti, novità del programma), talmente “svuotato” nelle energie dalla corsa al podio da sporcare gli ultimi due tuffi e non prendere poi parte al sincro che vede dunque l’ex coppia titolare Benedetti-Rinaldi aggiudicarsi l’oro con 363.51.

E’ stata una gara difficile, ho visto che Andrea [Chiarabini] ha sbagliato e ho provato a dare tutto nell’ultimo tuffo. Peccato per il sincro, sarebbe stato un allenamento in più, ma è andata così e posso capirlo. Andrò alle Olimpiadi per fare bene, mentre a Londra punto a una medaglia dal metro” , il commento di Tocci ai microfoni di RaiSport. “La primavera storicamente è un periodo difficile perché non ci sono stimoli e quest’anno stiamo anche recuperando dalle qualificazioni olimpiche – gli fa eco il ct Giorgio Cagnotto -. Adesso inizieremo un percorso che dovrà portare tutti gli atleti al top della forma per gli Europei di maggio a Londra e, soprattutto, i Giochi di agosto a Rio. Ho visto cose buone quest’oggi“.

Storica tripletta nella piattaforma femminile per la M. R. Sport dei Fratelli Marconi: senza Noemi Batki influenzata il podio è monopolizzato dalla società romana che piazza la baby stella classe 2002 Chiara Pellacani sul gradino più alto con 210 punti seguita dalla “gemella” Giulia Vittorioso (nata nel 2001, 200.40) e dalla più esperta Paola Flaminio (181). Infine Mattia Placidi e Vladimir Barbu staccano il pass per gli Europei di Londra (9-16 maggio) nel sincro da 10 metri terminando il test solitario a quota 306.45, rivedibile. Nel weekend si assegneranno gli ultimi posti per la rassegna continentale inglese e, domani, esordirà nella manifestazione anche la beniamina di casa Tania Cagnotto, pur rallentata negli ultimi giorni da qualche linea di febbre.

Questa sarà certamente una giornata da ricordare per la storia della M.R. Sport: ai Campionati Italiani Assoluti 2016 di…

Pubblicato da MR Sport dei Fratelli Marconi asd su Venerdì 1 aprile 2016

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Maik Steinhagen/Rostock 2015

Lascia un commento

Top