Tiro a segno, Coppa del Mondo Rio 2016: nella gara “A terra” vince Junghaenel. Campriani è 4° a un passo dal podio

Junghaenel_tiro-a-segno_ISSF.jpg

In una gara da batticuore e precisissima come sa essere solo quella della carabina libera a terra da distanza 50m maschile ad issarsi sul gradino più alto del podio nella seconda tappa della Coppa del Mondo 2016 di tiro a segno, valevole anche come test-event per le prossime Olimpiadi, è il tedesco oro anche ai Giochi Europei di Baku 2015 Henri Junghaenel.

Il teutonico infatti, al termine di un contest di un livello medio davvero altissimo, si è piazzato davanti a tutti totalizzando 210.0 punti; che gli hanno consentito di precedere il veterano australiano Warren Potent, secondo a quota 207.9 pti, e l’ancor più esperto serbo Stevan Pletikosic (addirittura medaglia ai Giochi di Barcellona 1992), terzo a quota 186.2 pti .

Ottima, pur senza medaglia, la prestazione di un Niccolò Campriani in crescita: l’ingegnere fiorentino si è piazzato alla fine in quarta posizione guidando per qualche tratto anche l’intera gara e regalando al pubblico del poligono persino il perfetto 10.9 che è stato riconosciuto con uno scrosciante applauso. Peccato che 165.3 pti non siano basti per centrare il bronzo.
Il resto della pattuglia azzurra invece, con Lorenzo Bacci e Marco De Nicolo, aveva dovuto salutare anzitempo fra qualifiche e sessioni eliminatorie.

Domani spazio alle donne con la gara di carabina 3posizioni femminile da distanza 50m.

Foto: ISSF (Voice 2 Media)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top