Tennistavolo, tra preolimpico e Serie A: raduno Italia e Stefanova “spinta” sui social

Mihai_Bobocica_e_Nikoleta_Stefanova-tennistavolo-foto-fitet.jpg

Continua l’avvicinamento dell’Italia di tennistavolo al torneo di qualificazione olimpica previsto dal 12 al 16 aprile ad Halmstad, in Svezia. Gli azzurri si sono radunati mercoledì pomeriggio a Castel Goffredo e si alleneranno fino a domenica con gli sparring Alberto Margarone, Cheng Qian e Tatiana Steshenko.

Sono ovviamente presenti i convocati per il meeting scandinavo – Niagol Stoyanov, Mihai Bobocica e Marco Rech Daldosso; Chiara Colantoni, Giorgia Piccolin e Debora Vivarelli – e a loro si è aggiunto Alessandro Baciocchi, ormai punto fermo della Nazionale. Assente per impegni di club Leonardo Mutti, che quest’anno gioca in Germania. “In questi giorni continueremo il nostro lavoro e i ragazzi e le ragazze sono molto motivati. Marco Rech è confortato dagli ottimi risultati che ha ottenuto ai Mondiali e all’Open del Qatar, che lo hanno fatto avanzare fino al 164° posto del ranking internazionale. Anche Mutti è progredito molto in classifica e ora è numero 169. Bobo è in buona posizione al n. 87 e dovrà cercare di puntellarla in Svezia per andare a Rio, mentre Stoyanov che è n. 125 dovrà fare qualcosa in più per entrare nei primi 100“, ha detto al sito federale il dt Patrizio Deniso.

Intanto nel fine settimana la Serie A vivrà la sua penultima giornata, sia nel girone maschile che in quello femminile. L’Apuania Carrara terza ospiterà la Marcozzi Cagliari seconda con l’occasione, per il Castel Goffredo primo, di allungare ulteriormente nel match interno contro il TT Torino. Tra le donne, invece, Norbello e Tennistavolo Center Parma si sfideranno per la terza posizione che varrebbe i playoff. Il Castel Goffredo capolista se la vedrà con la Polisportiva Bagnolese quinta e l’incontro metterà di fronte Nikoleta Stefanova e la società con cui in passato ha vinto otto scudetti e due Champions League.

Il derby mantovano, inoltre, è stato caricato di pepe extra negli ultimi giorni con l’intervista della Gazzetta dello Sport in cui la neo campionessa italiana assoluta si è sfogata per la mancata convocazione per il torneo preolimpico – pur essendo la meglio posizionata nel ranking mondiale – a suo dire a causa della seconda maternità da poco terminata. Se da un lato la FiTeT ha ormai abbassato la saracinesca e non prenderà più in considerazione la 31enne di origine bulgara, la notizia ha fatto scalpore sul web e su Facebook è nata la pagina “Vogliamo Niko a Rio”. Quasi 2000 i like raccolti in pochi giorni, ma le mobilitazioni sembrano essere vane.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fitet (Mihai Bobocica e Nikoleta Stefanova)

Lascia un commento

Top