Tennis, WTA Madrid: azzurre per stupire, Williams per rinascere

radwanska-official-fb-page-e1461847312293.jpg

La stagione del tennis femminile si appresta a vivere un nuovo ed importante appuntamento: quello del WTA Premier di Madrid. Nella capitale spagnola saranno presenti tutte le migliori del panorama mondiale, decise a darsi battaglia per la vittoria finale in un torneo dall’esito incerto. Andiamo dunque ad analizzare le favorite, le outsiders ed il ruolo che potranno avere le italiane nella manifestazione.

Iniziamo da Serena Williams, numero uno nel ranking WTA, che però non si sta rivelando più la schiacciasassi inarrestabile del 2015. La tennista di Saginaw è stata infatti superata in finale sia agli Australian Open sia ad Indian Wells, palesando notevoli difficoltà contro le dirette avversarie. La sua vittoria appare dunque lontana, ma il grande talento che possiede non possono escluderla dal novero delle favorite.

Attenzione dunque ad Agnieszka Radwanska e Viktoria Azarenza. La polacca è in grande ascesa, avendo conquistato la seconda posizione della classifica mondiale, oltre al torneo cinese di Shenzen. Il feeling con la terra è inoltre favorevole alla “professoressa”, per cui può ben sperare ad un ottimo risultato a Madrid. Grande continuità invece per la bielorussa, capace di trionfare a Miami ed Indian Wells nel 2016, superando Serenza Williams nella finale del torneo californiano.

Meritano una particolare considerazione le due tenniste di casa, ovvero Garbine Muguruza e Carla Suarez Navarro. Entrambe saldamente in top 10 (best ranking per Navarro), hanno iniziato la stagione a tutta, esprimendo un ottimo gioco soprattutto sulla terra. Il pubblico amico aiuterà tantissimo le iberiche, intenzionate più che mai ad affermarsi in quella che si preannuncia una vera e propria parata di stelle.

L’Italia non sarà tuttavia esente dallo schierare giocatrici di ottimo valore, potendo contare nel tabellone principale ben 4 rappresentanti. Le più pericolose sono senza dubbio Roberta Vinci e Sara Errani, con la prima però reduce da un infortunio al piede. Sarita proverà invece a sfruttare la sua grande padronanza della superficie per mettere in difficoltà le quotate avversarie, al fine di proseguire il più possibile nel torneo e nella scalata al ranking mondiale. Le altre azzurre impegnate saranno Camila Giorgi e Karin Knapp, non esattamente le punte di diamante della spedizione, ma delle ragazze di talento e possibili sorprese della competizione.

Foto: pagina Facebook Agnieszka Radwanska

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

 

Lascia un commento

Top