Tennis, Masters 1000 Miami: Djokovic inarrestabile! Sconfigge Nishikori e fa 6 in Florida!

djokovic-official-fb-page-e1463163153218.jpg

Sempre lui, Novak Djokovic. Una nuova prova di forza (l’ennesima) per il numero 1 al mondo, che nella finale del Masters 1000 di Miami sconfigge il giapponese Kei Nishikori, numero 6 del mondo, con il punteggio di 6-3, 6-3 in 1h26′.

Inizio di gara in favore del nipponico, abile nello strappare il servizio all’avversario già nel primo game. Da vero campione è però la risposta del serbo, che controbrekka a 15 e riporta immediatamente la sfida in parità. Il risultato rimane in equilibrio fino al sesto gioco, quando è Djokovic a portarsi avanti 4-2. Con il doppio vantaggio ed il turno in battuta a favore sembra fatta per Nole, ma Nishikori trova le energie per accorciare. Il vincitore dell’ultimo Australian Open è però (anche oggi) in stato di grazia, riprendendosi il break del 5-3, prima di chiudere il set per 6-3.

La ripresa è nuovamente in favore del serbo, che conquista il primo servizio, per poi allungare sul 2-0. I successivi due giochi sono caratterizzati da un netto equilibrio, con i vantaggi a decretarne i vincitori e con il punteggio che si ritrova a segnare il 3-1 in favore di Nole. Nishikori rischia nuovamente nel settimo gioco, ma si procede sul 5-3. L’ultimo game è davvero emozionante e racchiude ciò che è stato l’andamento di tutta la gara. Il giapponese al servizio picchia forte, ma Djokovic gli tiene testa e porta la frazione ai vantaggi, sfiorando la vittoria in ben due occasioni. La resistenza di Nishikori si affievolisce scambio dopo scambio e così, al terzo match point a disposizione, il numero 1 del ranking ATP chiude definitivamente la sfida per 6-3.

Un dominio netto, che emerge anche nelle statistiche, dove, in una gara a 0 ace, il serbo totalizza il ben 78% di punti realizzati dalla prima di servizio, contro il misero 52% dell’avversario.

Per Nole si tratta del sesto successo nel torneo di Miami, eguagliando così il record di Andre Agassi. Quarto trofeo in bacheca nel 2016 dopo Doha, Australian Open ed Indian Wells e 63esimo in una carriera che giorno dopo giorno lo proietta sempre di più tra i più grandi di sempre.

Foto: pagina Facebook Novak Djokovic

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top