Tennis, Fed Cup 2016: semifinali in parità, i risultati della prima giornata

azarenka-pagina-fb-fed-cup.jpg

Sabato di gare per il tennis internazionale, dove la Fed Cup ci ha offerto i primi due match delle semifinali e dei play-off di permanenza nel World Group. Andiamo dunque ad analizzare tutti i risultati delle partite odierne.

Semifinali tutte in bilico, dove Olanda-Francia e Svizzera-Repubblica Ceca sono ferme sull’1-1. Nel primo duello, le “orange” si portano in vantaggio grazie al sorprendente successo di Kiki Bertens su Caroline Garcia con il punteggio di 6-2, 6-2. Il pareggio delle transalpine porta invece la firma di Kristina Mladenovic, abile nel superare Richel Hogenkamp 6-2, 6-4.

Nell’altra semifinale, la Repubblica Ceca si aggiudica la prima sfida con Barbora Strycova, che non ha avuto problemi nell’annichilire Timea Bacsinszky 6-0, 6-1. Sembrava fatta anche per Karolina Pliskova, ma dopo un buon primo set contro Viktorija Golubic vinto 6-3, subisce una dura rimonta, che regala il punto del pareggio alle elvetiche con un doppio 6-4.

Nel play-off di permanenza nel World Group si portano sul 2-0 Spagna e USA, rispettivamente su Italia e Australia. A Lleida Garbine Muguruza e Carla Suarez Navarro hanno sconfitto nettamente Francesca Schiavone e Roberta Vinci, mentre sulla terra di Brisbane Madison Keys e Christina McHale hanno avuto ragione di Daria Gavrilova e Samantha Stosur.

1-1 invece tra Romania-Germania e Russia-Bielorussa. Pronostici rispettati a Cluj Napoca, dove Simona Halep ed Angelique Kerber hanno superato Andrea Petkovic ed Irina Begu, con lo scontro tra le numero 6 e 3 del mondo fissato nel primo match di domani. E’ invece Daria Kasatkina a conquistare il primo punto per la Russia sconfiggendo Aliaksandra Sasnovich, subito pareggiato da Victoria Azarenka, giustiziera di Margarita Gasparyan.

Foto: pagina Facebook Fed Cup

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top